“Scelgo di vivere per scelta, e non per caso.
Scelgo di fare dei cambiamenti, anziché avere delle scuse.
Scelgo di essere motivato, non manipolato.
Scelgo di essere utile, non usato.
Scelgo l’autostima, non l’autocommiserazione.
Scelgo di eccellere, non di competere.
Scelgo di ascoltare la voce interiore, e non l’opinione casuale della gente”.

– Eileen Caddy

Capita ogni giorno di imbattersi in persone che si preoccupano esclusivamente dei fatti propri e che neppure per un istante cercano di osservare la realtà dalla prospettiva altrui.

Persone che in auto ti tagliano la strada, persone che non rispettano la fila, chi si comporta in modo maleducato e volgare e chi non mostra la minima considerazione nei confronti del prossimo.

Il punto è che molto spesso queste persone non intendono essere arroganti o prepotenti… semplicemente non stanno pensando agli altri, probabilmente neppure ne sono consapevoli, ritenendo al contrario di essere nel giusto e di comportarsi nel modo corretto.

In genere credo di essere piuttosto attento al prossimo, generoso e altruista, ma riconosco che in alcune circostanze mi comporto in modo sconsiderato, arrogante ed egoista.

E credo che questo valga, almeno un pò, per ciascuno di noi.

Ritengo che ognuno di noi possa facilmente ricordare un episodio recente in cui si è comportato in modo scortese verso qualcuno.

Perché allora non provare ad essere più gentili e meno sconsiderati verso gli altri?

Ci sono ottime ragioni per farlo.

Innanzitutto, credo che ci faccia sentire meglio – in fondo è piacevole essere cortesi verso il prossimo, fare cose carine per gli altri, rendere felice chi è intorno a noi.

In secondo luogo, un atteggiamento gentile rende le nostre vite migliori sotto diversi punti di vista – le persone ti trattano con più rispetto e gentilezza, sei apprezzato di più e gli altri hanno più piacere a stare con te.

In terzo luogo, un comportamento altruista rende migliore la nostra società – quando ognuno di noi tratta il prossimo con considerazione e rispetto, viviamo tutti esistenze migliori, lavoriamo meglio, collaboriamo in modo efficace.

Ecco allora alcuni piccoli passi per riuscirci:

1. Riconosci di non essere perfetto.

Ammetto di essere ben lontano dalla perfezione.

A volte sono egoista e irrispettoso, a volte mi comporto proprio in modo arrogante.

E spesso me ne rendo conto solo in un secondo momento.

Inizia allora con il riconoscere le situazioni in cui ti sei comportato in modo arrogante, offensivo o irrispettoso del prossimo.

Pensa a come avresti potuto comportarti diversamente, a come avresti potuto agire in modo altruista e gentile.

Questo è il primo passo ed è il più importante.

2. Mettiti nei panni degli altri.

La realtà può essere vista attraverso diverse prospettive, la tua è solo una di queste.

Prova a considerare i sentimenti, i bisogni e i desideri del prossimo, prova a osservare la realtà dal punto di vista degli altri.

Prova a pensare alle vicende che hanno vissuto, cerca di capire le loro paure e a come ti comporteresti se fossi al loro posto.

Cerca di avere una visione quanto più ampia della realtà che ti circonda.

3. Agisci con gentilezza e rispetto.

Se qualcuno vicino a te sta soffrendo, per qualsivoglia ragione, prova ad alleviare il suo dolore, anche con un piccolo gesto.

Prova a trattare gli altri con gentilezza, rispetto, amore.

Puoi farlo in mille piccoli modi – un sorriso, una parola dolce, un semplice grazie, un abbraccio.

Tieni aperta la porta a chi viene dopo di te, offri il tuo aiuto a chi è in difficoltà, cedi il tuo posto a chi ne ha più bisogno.

Piccoli semplici gesti sono in grado di fare un’enorme differenza.

4. Non fermarti.

E’ un luogo comune ma le vecchie abitudini sono dure a morire.

Prova a mantenere la consapevolezza che ogni incontro con il prossimo può rappresentare una straordinaria occasione per agire in modo generoso e altruista.

Ogni volta che parli con qualcuno, ogni volta che scrivi una e-mail o incroci un conoscente per strada… ecco, ognuna di queste situazioni rappresenta una preziosa opportunità per agire in maniera gentile.

Non fermarti, fai della gentilezza e della generosità le tue buone abitudini.

5. Fai 5 piccole cose.

Per fare pratica, prova a porti l’obiettivo di compiere ogni giorno 5 piccoli gesti gentili e altruisti.

Non importa di cosa si tratti, prova a dare sfogo alla tua fantasia – puoi cucinare qualcosa per la tua famiglia, mandare un messaggio gentile, ascoltare i problemi di chi ti è vicino… non ci sono limiti.

Fallo ogni giorno, e ben presto i tuoi comportamenti egoisti diventeranno solamente un ricordo.