“C’è sempre tempo per lanciare una parola, ma non sempre per riprenderla.” Baltasar Gracián y Morales

Hai appena detto qualcosa di sbagliato. L’altra persona ti guarda con il volto rosso di rabbia, ma il problema non è esattamente ciò che tu hai detto, quanto piuttosto ciò che l’altra persona ha percepito, il messaggio che tu le hai trasmesso con le tue parole.

Ci sono alcune frasi che agiscono come silenziosi ninja mortali, mortificando e annichilendo l’autostima di amici, familiari e colleghi: il lato peggiore di tutto ciò è che a volte produciamo questo spiacevole risultato senza neppure rendercene conto.

Ecco di seguito 7 frasi che non dovresti mai dire a nessuno:

1. “Non mi interessa.”

Il messaggio che stai trasmettendo è: “Lasciami in pace. Ho di meglio da fare che ascoltare te.”

Prova invece a spiegare al tuo interlocutore che ti piacerebbe molto ascoltare ciò che ha da dire su quell’argomento, ma che “questo esatto momento” non è per te il miglior momento. Ogni persona è importante. Non dare importanza a qualcuno significa negarne l’esistenza. E se gli altri sono importanti per te, anche tu sarai importante per gli altri.

2. “Hai torto.”

Il messaggio che stai trasmettendo è: “Tu sei stupido. Tu non sai niente. Sei inutile.”

Cerca invece di prediligere frasi che esprimano maggior tatto, come “avrei pensato che…” oppure “avevo capito che…”.

Altrimenti fai delle domande per assicurarti che tu e il tuo interlocutore siate sulla stessa lunghezza d’onda e non si verifichino incomprensioni.

3. “Non ce la puoi fare.”

Il messaggio che stai trasmettendo è: “Tu non hai le capacitá per farcela, per quanto tu possa provarci sei destinato a fallire”.

Perché devi necessariamente spingere qualcuno verso la prospettiva del fallimento? Certamente non vuoi che un tuo amico si faccia delle illusioni e preferisci provare a fermarlo piuttosto che vederlo deluso e addolorato per un insuccesso, ma in fondo chi sei tu per valutare e giudicare ciò che è buono o giusto per un’altra persona? E se fosse proprio il fallimento il percorso migliore per la crescita?

Prova allora a incoraggiare sempre chi si impegna per inseguire i propri sogni, alimentane le ambizioni e offri generosamente il tuo supporto.

4. “Questo dovrebbe essere facile.”

Il messaggio che stai trasmettendo è: “E ‘facile per la maggior parte delle persone. Se tui hai difficoltà a farlo, probabilmente c’è qualcosa di sbagliato in te.”

Ciascuno di noi percepisce il livello di difficoltà in modo diverso e ciascuno di noi ha le proprie vette da scalare. Se qualcuno in difficoltá invoca il tuo aiuto, significa che ripone in te tutta la fiducia necessaria per mostrare le proprie debolezze. Non mortificarlo evidenziando i suoi limiti e le sue difficoltà, offrigli invece l’aiuto di cui necessita.

Riconosci le sfide che ogni persona è chiamata ad affrontare e apprezza l’impegno che faticosamente mette per superarle.

5. “Te l’avevo detto.”

Il messaggio che stai trasmettendo è: “Tu non mi ascolti. È tutta colpa tua. Sono migliore di te.”

Questa è una frase che a molti di noi piace pronunciare, quasi con un senso di soddisfazione. Ma è perfettamente inutile accanirsi con chi ha commesso un errore proprio quando questa persona ha più bisogno di te.

Non ti curare di evidenziare chi ha torto e chi ha ragione, non aggiungere al danno la beffa, ma tendi semplicemente la mano a chi ora è in difficoltà e ha bisogno del tuo supporto.

6. “Come ho già detto…”

Il messaggio che stai trasmettendo è: “Tu non mi ascolti. Mi stai facendo perdere tempo. ripeto. Sei fastidioso e stupido.”

È vero, molto spesso abbiamo a che fare con persone testarde, che si ostinano a non voler accettare ciò che diciamo loro. Ma chi di noi non è testardo almeno un poco? Se qualcuno ti fa una domanda e tu gli rispondi in modo brusco che giá gli hai fornito una risposta in merito, finirai col soffocare la sua voglia e il suo desiderio di imparare.

Prova allora ad esprimergli pazientemente il medesimo concetto con parole e modalitá diverse: se il nostro interlocutore non capisce ciò che vogliamo trasmettergli, vuol dire che siamo noi a dover migliorare le nostre capacità di comunicazione.

7. “Sei stato fortunato.”

Il messaggio che stai trasmettendo è: “Se hai avuto successo non è certo per merito tuo e delle tue capacità.”

Non mortificare gli entusiasmi e le soddisfazioni di chi ha riportato un successo. Elogiane le abilità ed esaltane i meriti. Sii fiero e partecipe del successo e della felicità altrui come se fossero tuoi.

Sei consapevole di quale impatto le tue parole abbiano sugli altri? Se hai riflessioni o esperienze da raccontare, condividile con noi nei commenti.