“Non cercare di capire la vita, vivila! Non cercare di capire l’amore, entraci! Allora saprai, e quella conoscenza sarà frutto del tuo sperimentare.”

– Osho

Se c’è qualcosa che ci paralizza, impedendoci ci darci da fare e inseguire i nostri sogni, è la paura dell’ignoto.

Inevitabilmente, quando si tratta di vivere la vita che davvero vorremmo vivere, la strada da seguire non è mai ben definita.

Di fronte a una situazione di incertezza, la risposta naturale e immediata del nostro cervello (di quella parte che ci sussurra sempre di stare attenti) è la paura e il rifiuto.

Una parte del nostro cervello non vuole assolutamente uscire dalla propria zona di comfort, non desidera affatto che noi cambiamo.

L’aspetto più bizzarro e complicato di tutto ciò è che solitamente questa paura e questo rifiuto non si manifestano in forme drammatiche o fortemente emozionali.

Al contrario, la paura e il rifiuto dell’incertezza si rivelano in modo molto più subdolo e destabilizzante.

Probabilmente si manifestano così:

  • Ancora un pò di TV e poi mi metto al lavoro
  • E’ ormai arrivata l’estate, mi dedicherò alla forma fisica a settembre
  • Sono troppo stanco stasera per uscire e incontrare altre persone
  • Un giorno in più di cibo spazzatura e poi inizierò la mia dieta

La nostra mente conosce alla perfezione tutti i trucchi migliori per impedirci di rischiare su ciò che non è una scommessa sicura e vincente.

La nostra mente sa benissimo che per tenerci lontano dall’incertezza non deve convincerci che le nostre idee siano folli, gli è sufficiente insinuarci il dubbio e indurci a rimandare le nostre iniziative.

E’ un trucco estremamente brillante, in realtà, perché può essere ripetuto ogni giorno e una parte di noi è molto contenta di cadere nella trappola. Perché ci aiuta a non prendere rischi, a rimanere al sicuro.

Navigare su Facebook, guardare la TV, mangiare uno snack, fumare una sigaretta: sono tutte attività che appagano la tua mente e che ti allontanano dall’incertezza, ma anche dai tuoi sogni.

Io sono il primo a essere vittima di questi trucchi: anche ora mentre sto scrivendo questo post, una parte della mia mente mi dice di accendere la TV e lasciar perdere quello che sto scrivendo.

E’ molto più facile e comodo spingere i tasti del telecomando o rimanere sdraiati sul divano con un pacchetto di patatine piuttosto che darsi da fare per avviare un’impresa, scrivere musica, scalare una montagna o dipingere un quadro.

E’ molto più facile e comodo, indubbiamente.

Ma è questo quello che vuoi?

Non vuoi prendere in mano la tua vita e inseguire i tuoi sogni, sentirti vivo e pieno di entusiasmo?

L’unico modo per sconfiggere quella parte di noi che vuole tenerci ancorati è rovesciare la prospettiva.

Dobbiamo imparare a sguazzare al di fuori della nostra zona di comfort e dobbiamo cominciare a tuffarci nell’ignoto.

Dobbiamo abbracciare l’incertezza, cercare nuove opportunità e assumere rischi in ogni cosa che facciamo. Senza paura.

Piuttosto che cercare nuovi modi per essere al sicuro, dobbiamo cercare costantemente nuovi modi per trovarci nell’incertezza e affrontare l’ignoto.

E scoprirai che è divertente uscire dalla tua zona di comfort.

Abbracciare l’incertezza significa proprio questo. Non significa solamente riconoscere o accettare che devi affrontare l’ignoto per realizzare i tuoi sogni.

Abbracciare l’incertezza significa trovare gioia, piacere ed entusiasmo nell’avventurarsi in situazioni nuove e inesplorate e scoprire il mondo in tutta la sua imprevedibilità.

A differenza di ciò che ci hanno sempre voluto far credere, nella vita nulla è garantito, anche quando sembra sicuro e confortevole.

E se questo è vero, non è allora forse il momento di alzarsi dal divano e iniziare a darci da fare per realizzare qualcosa di grandioso per noi e per gli altri?