“Quando sei in difficoltà, torna a casa, muoviti all’interno. Come inizi a muoverti all’interno, noterai più silenzio, più tranquillità, più equilibrio, più centratura, più radicamento – tutto questo inizia ad accadere spontaneamente.”

– Osho

L’arma più potente che abbiamo contro l’ansia, la negatività e lo stress è la nostra consapevolezza, la capacità di essere presenti nel momento, di osservare il fluire di ogni pensiero e di ogni emozione negativa.

La nostra arma più potente è lasciare andare il giudizio.

E’ impossibile superare una situazione difficile – lasciarla andare – se la stai giudicando ossessivamente o se la stai confrontando con cosa avrebbe potuto o dovuto essere.

Non ha senso continuare a domandarti perché sia capitato proprio a te, perché le cose non siano andate diversamente o perché tu non abbia fatto le cose nel modo giusto.

Giudicare, colpevolizzare te stesso o qualcun altro ti condurrà in un vicolo cieco.

E lasciare andare il tuo giudizio non significa che sei soddisfatto di ciò che è accaduto, ma piuttosto che ti stai liberando di un fardello che continui a trascinarti dietro.

Quando lasci andare i tuoi giudizi negativi, sostituisci automaticamente la mentalità della vittima con una piena accettazione e una completa presenza.

E l’accettazione e la presenza consentono alla tua mente di liberarsi.

E non c’è motivo di rimandare.

Ora è il momento di esercitarti ad essere più consapevole dei tuoi giudizi e di come rispondi alla vita.

La consapevolezza come rituale quotidiano è l’opportunità più preziosa che tu abbia.

È un modo di vivere, di essere, di vedere, di attingere a tutto il potere della tua individualità, senza giudizio.

La consapevolezza è alla base del tuo fluire.

Essere consapevoli di ciò che sta accadendo nel momento presente senza desiderare che sia diverso.

Godere di ogni piacevole esperienza senza attaccarsi ad essa, lasciandola andare quando finirà (cosa che accadrà).

Stare con ogni esperienza spiacevole senza temere che sarà sempre così (cosa che non accadrà)

Lascia che ogni momento fluisca.

Accogli il fluire del cambiamento come parte integrante dell’esistenza.

Soprattutto, ciò che devi ricordare è che dove sei e cosa stai facendo in un dato momento è assolutamente essenziale.

Perché è l’unico momento che ti è garantito.

Non stai arrivando da qualche altra parte.

Non stai passando a un momento o luogo più importante.

Il presente non è solo un trampolino di lancio: è la destinazione finale.


Questo momento è dove si trova la tua più grande opportunità.

Questo momento è la tua vita!

Potrebbe sembrare ovvio, ma ce ne dimentichiamo più spesso di quanto vorremmo ammettere.

Per tutto il giorno, ogni giorno, molti di noi pensano che il presente non sia abbastanza — come se la nostra vita in questo momento semplicemente non fosse degna della nostra piena presenza.

E per questo, ci giudichiamo duramente e ci perdiamo la maggior parte della bellezza presente della vita.

E se facessimo il contrario?

E se accettassimo questo momento – non importa quanto imperfetto – come la perfezione del presente?

E se ci fermassimo in questo momento e vedessimo tutto con perfetta chiarezza?

Se iniziassimo a vivere ogni momento in piena presenza come se fosse il più memorabili tra gli istanti?