“Puoi avere tutte le capacità e le conoscenze del mondo, ma non ti serviranno a nulla se non hai fiducia in te stesso.”

Quali sono i principali atteggiamenti e comportamenti che stanno lentamente e inesorabilmente uccidendo la tua autostima e la tua fiducia in te stesso?

Eccone di seguito alcuni esempi. Perché non iniziare a prenderne consapevolezza e a cambiare rotta?

1. Stai cercando sempre l’approvazione delle persone intorno a te. 

Coloro che hanno fiducia in se stessi non hanno alcun interesse a compiacere ogni persona che incontrano. Sono consapevoli del fatto che non tutte le persone possono essere d’accordo su ogni cosa, e in fondo è così che funziona la vita. Si concentrano sulla qualità delle loro relazioni, invece che sulla quantità. Quindi non lasciare mai che le opinioni altrui definiscano chi sei, cosa puoi o cosa non puoi fare.

Quando ci si libera dal bisogno di impressionare tutti, allora si inizia a essere veramente interessanti per le persone che davvero contano per noi. E quando si guadagna la fiducia e il rispetto di queste persone, non importa dove tu vada o cosa tu faccia, potrai farlo con fiducia – perché saprai che le persone davvero importanti nella tua vita sono con te.

2. Stai trovando sempre e soltanto scuse, scuse e scuse.

Cerca di avere un piano che sia più grande delle tue scuse. Hai così tante possibilità di fare, creare, sperimentare, così tanti ambiti nei quali poter manifestare la tua personalità e dare espressione alle tue passioni e ai tuoi interessi.

Le persone che possiedono autostima si assumono la responsabilità dei propri pensieri e delle proprie azioni. Non danno la colpa agli altri o alla sfortuna se qualcosa non gli va per il verso giusto. Non pongono riparo ai loro difetti cercando scuse del tipo “non ho tempo” o “non sono abbastanza bravo” – ma fanno in modo di trovare il tempo e continuano a darsi da fare per migliorare fino a quando non riscontrano dei risultati.

Anche un piccolo sforzo è infinitamente più produttivo di una grande scusa. Quindi, smetti di vedere ogni ostacolo come una scusa e inizia a vedere gli ostacoli come parte integrante del percorso verso i tuoi obiettivi.

I sei pilastri dell’autostima

3. Stai ignorando troppo spesso il tuo intuito. 

L’intuito, al di là di come possa sembrare, è qualcosa di molto concreto e che non è mai saggio ignorare, perché viene dal profondo del tuo subconscio e deriva dalle tue precedenti esperienze di vita. Se tutti gli altri ti stanno dicendo “sì”, ma il tuo intuito ti suggerisce diversamente, di solito è per una buona ragione. Di fronte a decisioni difficili, cerca tutte le informazioni che si possono trovare, diventa un esperto della questione, chiedi consiglio a chi hai intorno, e poi ascolta il tuo istinto prima di prendere la decisione finale.

Credi in te stesso. Prendi consapevolezza del fatto che confidare nel tuo intuito è equivalente ad avere fiducia nel tuo io più profondo; e più ti fidi di te stesso, maggiore è il controllo che hai sui tuoi obiettivi e sui tuoi sogni.

4. Ti stai buttando giù con le tue stesse parole. 

Coloro che hanno fiducia in se stessi utilizzano il proprio linguaggio con consapevolezza e scelgono le proprie parole con estrema attenzione. Se stai cercando di costruire qualcosa o di realizzare un obiettivo, supporta la tua missione iniziando innanzitutto a utilizzare le parole giuste.

Anche attraverso il linguaggio, trasmetti fiducia verso il buon esito dell’iniziativa, privilegia parole di supporto e incoraggiamento, anziché ricorrere a espressioni demotivanti od orientate al vittimismo.

5. Stai pensando: “non sono abbastanza bravo da meritarlo“.

Al contrario, le persone che hanno fiducia in se stesse pensano: “Presto verrà il mio turno, toccherà a me”. Purtroppo molte persone sentono di dover rimanere in eterna attesa perché non sono troppo buoni, troppo bravi o troppo belli. Accantonano i propri sogni perché pensano che gli altri siano migliori di loro. Ma non è così che riuscirai mai a realizzare i tuoi sogni.

Smetti di paragonarti agli altri e concentrati esclusivamente su te stesso, lavora sodo per migliorarti e tieni sott’occhio i tuoi progressi.

6. Hai bisogno di avere sempre ragione.

Coloro che hanno fiducia in se stessi sono soliti prendere posizione non perché pensano di avere sempre ragione, ma perché non hanno paura di avere torto, sono pronti ad ascoltare diverse prospettive e a cambiare idea se convinti della bontà di un nuovo punto di vista.

Al contrario le persone insicure spesso adottano un atteggiamento di tipo presuntuoso, adottando una posizione e difendendola ciecamente e ad ogni costo, ignorando completamente opinioni o punti di vista differenti.

Alle persone sicure di sé non dispiace affatto essere smentite, perché sanno che scoprire ciò che è giusto è molto più importante che avere ragione. E quando si sbagliano, sono sempre pronti a fare marcia indietro con garbo e apprezzare la lezione imparata.

7. Stai cercando di avere costantemente attenzione. 

Parlare ininterrottamente per elemosinare attenzione, senza lasciare spazio all’interlocutore, è soltanto un altro modo per mascherare la propria insicurezza. Così, le persone con fiducia in se stesse sono spesso verbalmente pacate e tranquille, e ascoltano tanto quanto (se non più di quanto) parlano. Loro sanno già quello che pensano, così vogliono ascoltare cosa ne pensano gli altri.

Fai come loro ponendo domande aperte ai tuoi interlocutori, e dai agli altri la possibilità di esprimere il proprio punto di vista, le proprie idee e le proprie emozioni. Non smettere mai di fare domande, perché tutti noi sappiamo già molte cose, ma non sappiamo tutto, e l’unico modo per imparare di più è quello di ascoltare di più.

Diventa chi sei: Fiducia in se stessi-Compensazione-Leggi spirituali

8. Stai lasciando che il successo ti dia alla testa e che l’insuccesso ti colpisca al cuore. 

Se il successo ti rende arrogante, vuol dire che non stai avendo affatto successo. Se il fallimento ti rende più determinato, vuol dire che non hai affatto fallito. Tieni a mente tutto questo. Fallimento e successo sono concetti che hanno il valore che tu, con la tua esperienza e il tuo atteggiamento, sei disposto a dargli. Inizia a pensare al successo e al fallimento in modo diverso.

Non prendere sul personale tutto ciò che va male e non “montarti la testa” quando tutto va per il verso giusto. Mantieni sempre l’equilibrio, nel bene e nel male. La giusta via è nel mezzo. Rimani umile e studente per tutta la vita. Crea, godi, impara, ama, fai esperienza, riesci, fallisci, persevera, sbaglia, fai progressi, prendi rischi, e apprezza le opportunità che ogni nuovo giorno ti dona.

9. Ti stai nascondendo da nuove esperienze di vita. 

Esci dal tuo nascondiglio. Lascia che la vita entri in contatto con te. Si, a volte ti farà male, non c’è dubbio. Ma il dolore sarà molto più profondo se creerai un muro impenetrabile intorno a te.

Se ti nasconderai dalla vita, trascorrerai la tua esistenza in una gabbia, ti auto-imporrai una reclusione da cui non saprai più uscirne. La vita è troppo breve per tutto questo.
Non lasciare che la paura di prendere la decisione sbagliata ti impedisca di agire. Hai troppi bei posti dove poter andare. L’oggi è pieno di possibilità.

10. Ti stai impelagando in drammi inutili. 

Alcune persone amano suscitare polemiche e creare drammi senza che ve ne sia una reale ragione. Non cadere in questo tranello, non lasciarti intrappolare in una spirale negativa. Non creare drammi laddove non esistono e non esasperare problemi o difficoltà che invece puoi affrontare e superare.

Anziché lamentarti o invocare la sfortuna, datti da fare per superare gli ostacoli che ti si pongono innanzi. Invece di pensare alle possibili conseguenze negative di un problema, focalizza consapevolmente il tuo pensiero e le tue energie verso soluzioni, idee e opportunità. La vita è troppo breve per discutere, combattere o essere negativo in alcun modo.