“La felicità è il significato e lo scopo della vita, l’obiettivo ed il fine ultimo dell’esistenza umana” – Aristotele

Molte persone concepiscono la felicità come una sensazione di benessere che si prova quando si ottengono dei risultati – l’acquisto di una bella casa, un nuovo compagno, una promozione… ma tutti noi abbiamo spesso constatato che quando raggiungiamo obiettivi di questo tipo sentiamo poi che quella che percepivamo come una solida felicità finisce poi per dissolversi rapidamente.

Cerchiamo allora di riconquistarla con il raggiungimento di nuovi traguardi.

Come se la felicità risiedesse sempre nel domani.

Ma la felicità non coincide con il raggiungimento di obiettivi.

La felicità non deve essere qualcosa che ci accadrà nel futuro, quando un giorno si verificheranno certe condizioni e realizzeremo qualche nuovo obiettivo.

La felicità deve esistere a prescindere dagli obiettivi, non deve essere legata a dei risultati.

Solo così potrà assumere un carattere di stabilità ed essere parte integrante della nostra vita.

La felicità non deve essere domani, deve essere qui ed ora, dove ci troviamo, con le persone con cui siamo, con le cose che facciamo. Ora, non domani.

E se ora non siamo felici, allora è il momento di agire. Questa è l’unica semplice formula per la felicità.

Non aspettare domani, se non sei felice agisci ora.

Non attendere la felicità. Inseguila.

Se vuoi essere felice, comincia ad essere felice– Leo Tolstoy

La rivoluzione del cuore. La via della felicità

Ognuno di noi potrà essere felice seguendo percorsi diversi, di seguito vi propongo alcuni piccoli suggerimenti, dei consigli che a me aiutano:

Sii presente.

Non pensare alle cose grandiose che ti aspettano nel futuro. Non arrovellarti il cervello sugli errori commessi nel passato e non pensare a cosa sarebbe successo se…

Impara ad essere qui ed ora, e fai tesoro della vita così come si presenta. Apprezza il mondo per la bellezza che ti offre, qui ed ora, non domani.

Fai ciò che ami.

Fai una lista delle 4-5 attività che più ami fare nella vita, quelle che ti rendono felice e ti fanno stare bene. Cucinare, leggere, fare sport, trascorrere del tempo con la famiglia…sono solo degli esempi, ognuno di noi ha delle attività che davvero ama fare.

Fai di queste attività il fondamento della tua giornata, di ogni giornata. Ed elimina quanto più puoi di tutto il resto. Riduci la vita all’essenziale, a ciò che ti piace davvero. Questo ti aiuterà a ridurre lo stress ed il caos.

Fai il lavoro che ti piace.

Non ti piace il lavoro che fai? Non ti appassiona? Allora agisci: la tua priorità dovrebbe essere la ricerca di un lavoro che ti stimoli e ti coinvolga. Visto il tempo che trascorriamo lavorando, sarebbe da autolesionisti continuare a fare un lavoro che non ci piace, no?

Non importa quanto tempo impiegherai a trovare il lavoro che ti appassiona, l’importante è cercarlo, inseguirlo senza rimanere ancorati a ciò che non ti piace fare.

Trascorri del tempo con le persone che ami.

Coltiva le relazioni con gli altri, fanne una priorità, è una delle vie migliori per essere felici.

Eppure troppo spesso facciamo l’opposto… siamo soli, lontani dalle persone che ci rendono felici, legati magari a persone che in fondo non ci piacciono.

Rallenta.

Non c’è bisogno di correre, la fretta non ha nulla a che vedere con la felicità. Impara a mangiare con calma, a guidare più lentamente, a camminare senza fretta.

Rallentare aiuta a ridurre lo stress, accresce il piacere di fare le cose e ti mantiene nel presente.

Fai sport.

Se non hai mai fatto sport, può essere difficile iniziare. Ma prova e vedrai che i benefici fisici e mentali saranno evidenti, ridurrai lo stress e ti sentirai di buon umore.

La gioia. La felicità che affiora dall’interno

Aiuta gli altri.

C’è una sensazione più piacevole di quella che si prova quando si aiuta qualcun altro? E non è affatto difficile.

Focalizzati sugli aspetti positivi.

La vita di ciascuno di noi ha aspetti positivi ed aspetti negativi – essere felici o meno dipende da quali sono gli aspetti che rappresentano il nostro punto di osservazione.

Hai perso una partita di basket? Almeno hai trascorso un pomeriggio piacevole con gli amici. Ti sei procurato una storta alla caviglia mentre correvi? Una settimana di riposo era proprio quello che ci voleva!

Tutto dipende dalla prospettiva con cui guardiamo agli eventi, anche gli accadimenti più negativi hanno in sé degli elementi positivi ed è su questi che dobbiamo focalizzarci.

Apprezza le piccole cose.

Invece di attendere i grandi eventi della tua vita – matrimonio, figli, macchina, casa, promozione – cerca oggi la felicità nelle piccole cose che ti circondano.

Gustare una tazza di tè, leggere un libro con tuo figlio, parlare con il tuo partner. Nota ed apprezza i piccoli piaceri quotidiani, questo può davvero fare una grande differenza.

Fai meditazione.

E’ incredibile il beneficio che puoi ottenere meditando, come questo ti aiuti ad essere presente e ad eliminare le preoccupazioni dalla tua testa. Puoi farlo ora, semplicemente: chiudi gli occhi e focalizzati sul respiro. Segui il tuo respiro mentre entra nei polmoni e poi se ne va.

Fallo il più a lungo possibile. Se la tua mente inizia a divagare, sii consapevole dei tuoi pensieri, non reprimerli e torna a concentrarti sul tuo respiro. Fallo un pochino tutti i giorni e non te ne pentirai.