Affrontare un colloquio di lavoro può rivelarsi un’esperienza estremamente stressante, ma con la giusta preparazione è possibile trasformarla in un’opportunità di successo.

Sebbene il colloquio si concentri prevalentemente sulle domande che l’intervistatore ci sottopone, un’occasione preziosa per brillare e dare il meglio di noi stessi è costituita dalle domande che a nostra volta possiamo sottoporre a chi ci sta intervistando.

Ecco alcune domande che puoi porre e che possono consentirti di mostrare all’intervistatore che tu sei la persona giusta da prendere.

E ricorda, ogni colloquio è bi-direzionale: non solo l’azienda sta valutando se scegliere te, ma anche tu hai l’opportunità di valutare con le tue domande se l’azienda che l’intervistatore rappresenta fa davvero al caso tuo.

1. Perché ritiene che la sua azienda rappresenti un’ottima opportunità per il mio sviluppo professionale?

Questa domanda è coraggiosa, per cui cerca di conoscere bene chi hai di fronte prima di porla. Questa domanda dimostra che non sei così disperato e disposto ad accontentarti di qualsiasi lavoro. Rifiutati di svenderti – hai qualcosa di prezioso da offrire e conosci il tuo valore. Vuoi crescere e svilupparti, sei ambizioso e consapevole delle tue capacità: agli intervistatori tutto questo piace molto.

I 7 segreti del colloquio di lavoro: come stupire il datore e farti assumere

2. Cosa piace a lei (l’intervistatore) di questa azienda?

Questa domanda sicuramente avrà l’effetto di compiacere l’intervistatore e ti consentirà di presentare anche un tuo lato più umile e curioso. Una domanda di questo tipo ti darà anche la possibilità di apprendere da una prospettiva interna ciò che di stimolante e positivo potrai eventualmente trovare nella società.

3. Qual è l’aspetto che meno le piace di questa azienda?

Questa è un’altra domanda molto coraggiosa che deve essere pertanto utilizzata con cautela. Non aspettarti una risposta troppo candida – la maggior parte degli intervistatori si comporterà in modo politicamente corretto. Ma questa domanda ti darà la possibilità di prendere il controllo del colloquio e, se sei fortunato, di ricevere indicazioni su alcuni dei difetti principali dell’azienda.

4. Quali sono i motivi che possono convincermi a rimanere a lungo in questa azienda?

Attraverso questa domanda potrai farti un’idea in merito alla qualità della cura che l’azienda pone nei confronti delle proprie risorse. Formazione, investimenti, opportunità di crescita: questi sono tutti elementi che possono contribuire a creare le condizioni necessarie per rimanere in questa azienda a lungo termine. Domandati sempre: si tratta di un lavoro di transizione o di una buona scelta di carriera?

5. Quali sono le tre principali caratteristiche che i migliori dipendenti di questa azienda hanno in comune?

Questa domanda ti consentirà di cogliere con maggiore precisione ciò che l’azienda si aspetta da te, nonché di comprendere quali caratteristiche hanno le persone di successo che lì prosperano. Se l’intervistatore menziona caratteristiche diverse dalle tue, non devi necessariamente prendere questo come una bandiera rossa finale – nessuna azienda può operare con un solo specifico tipo di personalità; forse hanno proprio bisogno di ciò che di unico hai tu rispetto agli altri candidati.

101 risposte vincenti per il colloquio di lavoro

6. Quali sono gli obiettivi più alti della società per quest’anno?

Questa domanda ti darà un’idea della direzione che sta prendendo e delle ambizioni che ha l’azienda. Quali sono i loro obiettivi? Qual è la loro visione? Quali sono i valori che l’azienda rappresenta? Cerca sempre di lavorare soltanto per aziende di cui condividi impegno e missione, valori e obiettivi.

7. Quanti dipendenti sono stati portati in da altri dipendenti?

Questa domanda può aiutarti a comprendere meglio le caratteristiche dell’ambiente di lavoro. E l’ambiente di lavoro è un fattore significativo nella qualità della tua esperienza professionale. Ai dipendenti l’azienda piace così tanto da portare i propri amici a bordo? Se è così, si tratta probabilmente di un ambiente piacevole.

8. Che cosa vi aspettate da me nei primi 90 giorni?

Quale modo migliore per scoprire le aspettative della società nei tuoi confronti? Meglio essere chiari e trasparenti sin dall’inizio, piuttosto che dover affrontare brutte sorprese più tardi. Questo tipo di domanda dimostra iniziativa da parte tua, nonché un forte interesse a fornire un rendimento in linea con le attese. Inoltre, ti consente di arrivare preparato al primo giorno di lavoro e di iniziare la nuova avventura professionale con un pieno di fiducia.