Siamo, noi tutti, decisamente bravi ad evitare i problemi.

Più che “macchine pensanti”, le nostre menti sono macchine che pensano ad evitare, a non affrontare direttamente le questioni che ci assillano.

L’aspetto più paradossale è che in genere non siamo nemmeno consapevoli del fatto che stiamo evitando di pensare a qualcosa.

Ecco alcuni esempi:

• In questo momento stai leggendo questo articolo, ma probabilmente stai evitando qualcos’altro che ti mette preoccupazione e a cui non vuoi pensare.

• Controlliamo costantemente messaggi, notizie, feed, notifiche… per evitare di fare qualcosa che ci tiene in pensiero.

• Quando ci troviamo di fronte a delle difficoltà nella vita, cerchiamo di dire a noi stessi che è tutto OK, trovando qualche scusa per ingannare la nostra mente, oppure indugiamo in attività poco edificanti come bere o fumare in modo da non dover affrontare le difficoltà.

• Quando si presenta un problema, la nostra prima reazione è quella di evitarlo, di fare qualcosa di diverso, di rimandare.

• Evitiamo di affrontare i problemi perché ci sentiamo a disagio, fuori dalla nostra comoda area di comfort.

Come affrontare i problemi… e risolverli. Diventare creativi e problem solver

Evitare non funziona

Le nostre menti desiderano scappare lontano da qualsiasi forma di disagio, dolore o difficoltà che ci troviamo ad affrontare… e questa è una buona strategia per evitare temporaneamente di avere a che fare con fatica e dolore. Motivo per cui nel brevissimo termine, potremmo riuscire anche a sentirci piuttosto bene.

Ma nel medio e lungo termine questa strategia non funziona affatto, finendo per compromettere in modo significativo il benessere della nostra quotidianità.

Scappare dai problemi ci spinge a crearci una vita in fuga, perennemente alla ricerca del modo migliore per non affrontare le difficoltà.

Ci teniamo occupati e super impegnati, ma non impariamo mai ad affrontare a viso aperto ciò che davvero ci turba e che dovremmo risolvere.

I problemi non affrontati rimangono un tarlo che rosicchia la nostra mente mentre siamo distratti a fare altro.

Ciò significa che siamo in balia delle nostre paure, dei nostri disagi. Teniamo i problemi da parte fino a quando non siamo poi costretti ad affrontarli davvero, quando sono diventati ancora più complessi.

Sarebbe stato molto meglio affrontarli nella fase iniziale, quando probabilmente non erano ancora così ardui da gestire.

La Tecnica per Affrontare Subito Ogni Problema

Questa tecnica si basa sull’idea che è meglio essere a conoscenza dei problemi e decidere di gestirli in modo consapevole, piuttosto che scappare via.

E se riuscirai a metterla in pratica, ti renderai conto molto presto che ogni problema, affrontato subito, è assai più facile da gestire e risolvere.

Ecco come riuscirci:

1. Crea consapevolezza, domandandoti: “Che cosa sto facendo in questo momento?” Durante tutta la giornata, imposta dei promemoria o apponi in giro dei post-it che ti spingano a chiederti: “Che cosa sto facendo in questo momento?” La risposta potrebbe essere: “Controllo Facebook”, o “Sono seduto sul divano a guardare la TV”, oppure “Sto mangiando delle patatine”. È una pratica semplice e banale, ma è sufficiente iniziare a chiederti che cosa stai facendo per iniziare a portare consapevolezza nella tua quotidianità.

2. Poi, chiediti: “Che cosa sto evitando?” Quando le cose si fanno difficili o ci mettono a disagio, automaticamente passiamo a fare qualcos’altro. Corriamo. Evitiamo. Scappiamo. Lo stai facendo tutto il giorno, ma non te ne rendi conto. Domandati che cos’è che stai cercando di evitare: un po’ di paura, forse? O magari un compito difficile, un’emozione intensa, una situazione di disagio, oppure stai cercando proprio di evitare di rimanere presente nel momento attuale? Dai un nome a ciò che stai evitando.

Né castello né prigione. Come affrontare i problemi della vita in famiglia

3. Ora affrontalo. Semplicemente, rimani nel momento presente con questa paura, disagio o difficoltà. Ignora la storia terribile che la tua mente cerca di raccontarti su questo problema, ascolta invece la sensazione fisica reale nel tuo corpo nel momento presente. Quanto è davvero dolorosa? Ben presto ti renderai conto che in fondo non si tratta di qualcosa di insostenibile, tutt’altro. Resta con questa sensazione per un altro po’, sfida te stesso.

4. Prendi i provvedimenti opportuni. Ora che hai di fronte il problema e hai visto che in fondo non è poi nulla di così drammatico, agisci nel modo più maturo ed efficace: decidi qual è l’azione migliore che puoi mettere in pratica per affrontare questo problema. Se hai paura di fare una presentazione in pubblico, focalizzati sul preparare al meglio il contenuto del tuo intervento, concentrati sulla tua postura e sul tuo tono di voce, presta attenzione a tutto ciò che è nel tuo pieno controllo. Se stai evitando una conversazione difficile con qualcuno perché sei arrabbiato, potrai vedere che in fondo il tuo risentimento non è così totale… focalizzati allora sull’opportunità di poter parlare con quella persona con calma e in modo appropriato, con empatia e compassione, per cercare di trovare una soluzione.

Naturalmente, non tutti i problemi potranno essere risolti come per magia utilizzando questo metodo, ma certamente sarai in grado di affrontare molte difficoltà in maniera assai più efficace.

Sarai in grado di gestire meglio le situazioni che ti mettono a disagio invece di scappare, diventerai più bravo a parlare in modo costruttivo e a confrontarti con pacatezza con le persone nei momenti di potenziale conflitto.

Imparerai a non rimandare e ad affrontare subito quelle attività che ti spingono fuori dalla tua zona di comfort. Sarai più presente e più disposto a rimanere nel momento piuttosto che cercare continuamente delle distrazioni.

Prova questa tecnica e se ne hai voglia lascia nei tuoi commenti il tuo feedback in merito!