“L’unica costante nella vita è il cambiamento. Cambia prima di essere costretto a farlo” – Jack Welch

Quando tenti di introdurre un cambiamento nella tua vita, creare una nuova abitudine, iniziare qualcosa di nuovo… solitamente sei bravo a farlo oppure in genere i tuoi buoni propositi vengono meno dopo 2-3 settimane?

Alcune persone sono più brave di altre in questo non solo perché hanno imparato alcune semplici strategie per introdurre e gestire il cambiamento nelle loro vite, ma anche perché hanno sviluppato e allenato il loro muscolo del cambiamento.

Cos’è il muscolo del cambiamento?

E’ il muscolo che utilizziamo per introdurre variazioni, modifiche, novità e, appunto, cambiamenti nella nostra vita: allo stesso modo dei muscoli del nostro corpo, anche il muscolo del cambiamento richiede allenamento e dedizione per mantenerlo tonico e non farlo indebolire.

Esattamente come ogni altro muscolo del nostro corpo, anche il muscolo del cambiamento, per quanto debole possa essere inizialmente, può essere allenato e reso più forte attraverso un training costante.

Immagina di sollevare un bilanciere del peso di 350 kg. All’inizio ti sembrerà un’impresa disperata. Ma allenandoti con regolarità, impegno e dedizione, riuscirai inizialmente a sollevare pesi molto contenuti, per poi progredire piano piano e arrivare con il tempo a sollevare quel peso che prima ritenevi impossibile.

Il muscolo del cambiamento funziona esattamente allo stesso modo.

Ecco allora dei semplici consigli per allenarlo nel modo più efficace. 

1. Inizia con poco. 

Se tenti di sollevare un peso per te eccessivo, non entrerai mai in forma, farai del male a te stesso e non riuscirai ad andare avanti troppo a lungo. Ma se inizi gradualmente, con un peso leggero, puoi imparare innanzitutto ad affrontare le sfide meno complicate e a guadagnare le giuste motivazioni per andare avanti con determinazione. Con il muscolo del cambiamento accade esattamente la stessa cosa: inizia con un cambiamento semplice, che ti porti via soltanto 5 minuti al giorno. Se vuoi fare di più, fai di più, ma tieni in mente che per aumentare le probabilità di tenuta nel lungo periodo è fondamentale iniziare con poco.

2. Allenati regolarmente.

Alcune persone spesso prendono con se stesse l’impegno di iniziare ad andare in palestra con continuita’. Solitamente accade, e a me per primo e’ accaduto spessissimo in passato, che si inizia ad andare in palestra per una settimana di fila, poi ci si interrompe (trovando una scusa più o meno valida), poi magari ci si va ogni tanto e infine dopo qualche mese la saltuarieta’ diventa il trend costante. Questo tipo di approccio, sfortunatamente, è soltanto uno spreco di tempo e non ti consentira’ di osservare alcun progresso. Per ottenere dei risultati, in ogni settore sono fondamentali la costanza e la regolarita’. A questa regola non si sottrae il muscolo cambiamento: per osservare dei progressi devi allenarlo tutti i giorni, anche per soli 5 minuti al giorno. Questa continuita’ rendera’ gradualmente più saldi e consolidati i tuoi progressi.

3. Aumenta il peso a poco a poco. 

Se non incrementi i pesi, non hai la possibilita’ di diventare più forte. Ma se li aumenti troppo, rischi di farti male. Cerca di applicare lo stesso principio con il muscolo del cambiamento: incrementa il tuo allenamento quotidiano di 5 minuti ogni settimana – così 5 minuti al giorno la prima settimana, poi 10 minuti al giorno la seconda settimana, e cosi’ via. Sarai stupito dal constatare quanto forte e saldo possa diventare il tuo muscolo del cambiamento attraverso un progressivo incremento del carico.

4. Riposati, e distraiti dedicando temporaneamente ad altro. 

La maggior parte delle persone non comprende appieno l’importanza che riveste il riposo in tema di allenamento. Ti alleni, poi ti riposi, e il muscolo che stai allenando cresce. Se non ti riposi, non potrai apprezzare alcun significativo progresso. Lo stesso accade per il muscolo del cambiamento: hai bisogno di allenarlo (per soli 5 minuti al giorno in un primo momento), e poi di metterlo a riposo. Il che significa non cercare di apportare modifiche per tutto il resto del giorno per una prima fase. Non sovraccaricarti, anche se pensi di potercela fare. Apporta un cambiamento e rendilo parte integrante di una routine, non c’e’ bisogno di strafare.

5. Alimenta la crescita. 

Oltre al riposo, l’energia è uno degli aspetti più trascurati della crescita muscolare. Hai bisogno di calorie sufficienti per poter crescere, altrimenti tutto l’allenamento del mondo non ti porterà da nessuna parte. Quindi, cos’e’ che alimenta la crescita del muscolo del cambiamento? La motivazione. Puoi trovare moltissimi modi per motivarti: celebra i tuoi progressi, riconosciti dei premi, prendi parte a un forum, condividi i tuoi successi, e cosi’ via.

La maggior parte delle persone non alimenta adeguatamente il proprio muscolo del cambiamento.

Seguendo i semplici passi descritti sinora, sarai stupito dai significativi progressi che potrai osservare nel corso del tempo e da come il muscolo del cambiamento sara’ in grado di diventare più forte.

Tendiamo a dare la colpa dei nostri fallimenti alla nostra mancanza di disciplina, ma non siamo indisciplinati… siamo solo poco allenati.

Ma basta un po’ di allenamento e costanza per ottenere risultati sorprendenti.

N.B. questo post è un riadattamento del post di Leo Babauta How to Build the Muscle of Change