Noi tutti desideriamo stabilire con le persone intorno a noi dei rapporti umani autentici e profondi.

Tuttavia, anche in una vita piena di impegni e ricca di persone che incrociamo lungo il nostro percorso, puó rivelarsi piuttosto difficile stabilire con gli altri dei rapporti a un livello profondo.


Molti di noi provano a socializzare on-line, ma questa strada raramente consente di stabilire dei rapporti autentici e duraturi.

Sul lavoro siamo a stretto contatto con molte persone, ma si tratta pur sempre di un ambiente che da ultimo é finalizzato al raggiungimento di obiettivi diversi dalla creazione di rapporti profondi.

Potenzialmente potremmo avere relazioni autentiche con un mucchio di persone, ma i molteplici impegni quotidiani e le distrazioni del mondo on-line spesso ci allontanano dalla profondità dei rapporti.

Insomma, abbiamo tutti più o meno numerose conoscenze, ma le relazioni realmente profonde sono ben poche.

Perché non provare allora a cercare di ridurre il numero delle conoscenze superficiali, concentrandoci invece sulla creazione di rapporti profondi, autentici e genuini? Tutto ció, certamente, rimanendo aperti al miracolo di un incontro casuale che l’esistenza potrebbe riservarci.

Oggi vorrei condividere con voi un paio di motivi per i quali é importante, a mio avviso, creare e mantenere delle relazioni autentiche e profonde, cosí come alcuni semplici consigli per riuscirvi. 

 

Perché le relazioni autentiche e profonde sono importanti

Ci sono molte ragioni, ma queste sono quelle che mi sembrano maggiormente rilevanti:

1. Ne abbiamo bisogno per essere felici e appagati. 

Tutti i soldi del mondo, e il lavoro più bello del mondo, e tutti i beni materiali del mondo… non hanno molta importanza se poi ci ritroviamo soli, senza contatti e relazioni intime e sincere.
Abbiamo un profondo bisogno a livello umano di questo tipo di relazioni, e non c’è dubbio che ci rendono più felici, anche se a volte complicano un pó la nostra vita.

2. Ci rendono piú creativi.

Trovo che lavorare in solitudine sia il modo migliore per creare e ritengo che ritagliarsi un pó di tempo per se stessi sia estremamente importante per riflettere… ma avere una discussione vera, profonda e autentica con qualcuno é fondamentale per sviluppare nuove idee e ampliare i propri orizzonti, spesso potendo beneficiare di nuove e differenti prospettive.

3. Ci offrono nuove opportunità. 

Non sono un sostenitore accanito del “networking”, ma quando si riesce a stabilire una connessione profonda con qualcuno, molto spesso come conseguenza emergono nuove possibilità e nuove opportunità. 
La vita è assai piú interessante ed avvincente quando riesci a stabilire dei rapporti profondi e autentici. Sei più felice, meno isolato, più creativo, con nuove opportunità a disposizione.
Diamo allora un’occhiata a come riuscire a stabilire queste importanti connessioni.

Come stabilire rapporti autentici e profondi

Ecco innanzitutto un punto fondamentale… non possiamo cercare di creare una connessione con qualcuno che non lo vuole, o sperare che l’altro reagisca come noi ci aspettiamo.

La chiave per la creazione di un collegamento profondo è non cercare forzature, non imporre a noi stessi o ad altri dei rapporti che non desideriamo. Al contrario, la chiave per la creazione di una relazione profonda e genuina risiede nell’abbracciare l’idea di apertura e di disponibilità a cogliere nuove possibilitá di crescita attraverso il rapporto con gli altri.

Quindi, ecco ciò che secondo me funziona:

1. Apriti alle connessioni casuali. 

Se da un lato oggi accetto meno inviti sui vari social network rispetto a quanto facessi in passato, dall’altro lato sono oggi estremamente più aperto agli incontri casuali e cerco di aprirmi maggiormente con coloro che non conosco. 
Questo significa abbassare la guardia, mostrarsi vulnerabili e autentici, ponendo l’altro nella condizione di conoscere chi siamo veramente, senza filtri o finzioni. Prova allora a mettere da parte i pregiudizi, apri il tuo sorriso e fatti conoscere dall’altro. Forse non sarà un rapporto che durerà una vita, ma potrà illuminartene un momento.

2. Trova il tempo per le relazioni importanti. 

Per me le relazioni importanti sono innanzittutto la mia famiglia e i miei amici più intimi. Anche se il lavoro è importante, anche se difficilmente rinuncio allo sport o alla lettura, è per me fondamentale trascorrere del tempo ogni giorno con la mia famiglia e i miei amici più stretti. 
Sono loro che riempiono di significato la mia vita e che contribuiscono in modo decisivo a renderla meravigliosa. Ogni giorno trovo del tempo per loro, anche se solo per una breve conversazione o per una passeggiata.

3. Accogli l’altro nella sua unicità. 

Metti da parte le tue aspettative su come vorresti che fossero le persone che incontri. Lascia andare i pregiudizi e sforzati di conoscere l’altro nella sua autenticità, nella sua individualità e unicità. Non inquadrare l’altro in schemi predefiniti, non cercare di farlo somigliare a un’ideale o a un modello. 
Semplicemente, approcciati al prossimo con curiosità e apertura. Scoprirai un mondo originale, ricco e pieno di meravigliose sorprese in grado di stupirti a ogni nuovo incontro.

4. Rimani aperto a nuove possibilità. 

Non porre limiti alle potenzialità di un incontro. Anche se ti stai rapportando a una persona per motivi di lavoro, non limitarsi a cercare di raggiungere i tuoi obiettivi professionali. Tieni sempre ben a mente l’importanza e la bellezza dell’aspetto umano di ogni incontro. Ogni connessione umana è la fusione in un’unica esperienza della differente personalità di due individui. Questo è vero anche se si tratta di un incontro di lavoro. Lascia che la tua personalità esca e abbia l’opportunità di esprimersi, e consenti al tuo interlocutore di fare lo stesso. Da un semplice incontro possono svelarsi un’infinità di nuovi mondi.

5. Fai conoscere il tuo vero io. 

Per creare delle relazioni genuine, autentiche e profonde, è necessario mostrarci al prossimo semplicemente per quello che siamo, senza maschere o filtri. Spesso quando ci rapportiamo agli altri cerchiamo invece di presentare soltanto un particolare lato di noi stessi. Cerchiamo di apparire e di essere percepiti dall’altro come competenti, preparati, interessanti, divertenti, intelligenti, e così via. Ma questo è soltanto un aspetto di noi – la parte “buona”, per così dire. 
C’è sicuramente un lato di noi che presenta debolezze, fragilità, insicurezze e difetti. È tutto questo, in fondo, che ci rende “autentici”. In fondo, perché preoccuparci di connettersi con qualcuno quando poi vogliamo mostrargli una falsa identità, soltanto una facciata della nostra personalità? Tanto varrebbe a questo punto non provarci neppure. 
Prova invece ad aprirti, a mostrare il tuo vero io. Questo ci spaventa, perchè significa mostrarci vulnerabili ed essere disposti a esporci a momenti di imbarazzo. 
Aprirsi all’altro, far conoscere il proprio io, significa mettersi a nudo. Ciò richiede la necessità di riporre una dose significativa di fiducia nel nostro interlocutore, soprattutto se si tratta di qualcuno che non conosci bene. Ma ne vale indiscutibilmente la pena. 
Quando si diventa vulnerabili, si rischia molto, ma si ottiene anche molto, anzi moltissimo
Si ottiene la fiducia dell’altra persona. Si crea una connessione estremamente profonda, sincera e autentica. Puoi arrivare a creare un’amicizia. 
Provaci. 
Ti renderai presto conto che così facendo non rischi molto e che, al contrario, i benefici per te e per le tue relazioni saranno immensi.