Perchè meditare? Chi pratica regolarmente la meditazione di certo già ne conosce i moltiplici benefici.

La meditazione aiuta a ridurre i livelli di stress, rafforza la salute mentale, offre sollievo ai dolori cronici, migliora la qualità del sonno, dona serenità, consente di acquisire una maggiore consapevolezza.

Ad un livello più profondo, la meditazione è una porta verso le nostre radici, il nostro essere più intimo e profondo.

Ecco allora alcuni pratici consigli che possono esserti utili se vuoi avvicinarti alla meditazione:

1. Postura

La posizione del loto, seduto a terra con le gambe incrociate, è la migliore e la più efficace. Altrimenti puoi anche sederti su una sedia. L’importante, in entrambi i casi, è assicurarti di mantenere ben dritta la tua schiena. Questo aiuterà anche la tua mente a rimanere nel giusto equilibrio. Per aiutarti a tenere la colonna vertebrale dritta, immagina di voler toccare il cielo con la testa.

2. Occhi

Mentre mediti, prova a tenere gli occhi aperti. Questo ti consentirà di essere più presente nel momento. Tieni basso lo sguardo e gli occhi socchiusi. Se chiudi gli occhi, sarà più facile essere rapito da pensieri o immagini. E’ comunque importante che provi a meditare come più ti senti a tuo agio, non forzarti troppo a seguire regole e disciplina. Alcune persone riescono a meditare in modo molto più efficace tenendo gli occhi chiusi.

3. Consapevolezza

A tutti noi capita a volte di essere totalmenti inconsapevoli del momento presente. Per esempio, spesso mentre guidiamo siamo talmente immersi nei nostri pensieri al punto da innestare una sorta di pilota automatico. Quando giungiamo a destinazione, quasi non ricordiamo nulla della strada appena percorsa. Siamo stati rapiti dai nostri pensieri. Le prime volte che si prova a meditare succede qualcosa di simile. Mille pensieri ed immagini si formano nella nostra mente, ci portano ricordi, sensazioni e altri pensieri. E’ una catena, ogni pensiero ne genera in automatico uno nuovo. Questo ci allontana dal presente, ci impedisce di essere consapevoli del momento, del “qui e ora”. Durante la meditazione, allora, cerca sempre di mantenere la consapevolezza del presente, poni attenzione solo al tuo respiro, lascia scivolare via i pensieri.

4. Respiro.

Osserva il respiro. Senza cercare di alterarlo o regolarlo. Ossservalo semplicemente mentre entra ed esce dal tuo corpo. Cerca di visualizzarlo mentre l’aria ti riempie i polmoni. Seguilo mentre esce. Lascia che sia naturale. E’ uno dei modi migliori per rimanere nel presente, per assicurare che la tua mente stia davvero vivendo il momento.

5. Pensieri.

Quando realizzi che alcuni pensieri stanno attraversando la tua mente, semplicemente lasciali andare e concentrati di nuovo sul tuo respiro. Non tentare di fermare i tuoi pensieri, o di cancellarli all’istante. Creeresti solo tensione al tuo interno. Lascia trascorrere i tuoi pensieri, rimani spettatore. Osserva, non giudicare, non seguire la matassa dei tuoi pensieri. Rimani con il tuo respiro.

6. Silenzio.

Il silenzio è il compagno ideale per la meditazione. Il silenzio è avvolgente. Nel silenzio sopraggiungono calma e serenità, puoi rilassarti e concentrarti sulla meditazione. Nessuna distrazione per la tua mente. Spegni la TV, il telefono, elimina ogni possibile interferenza, fai della meditazione un momento tuo, intimo e personale.

7. Durata.

Inizia con 10 minuti. Cerca di seguire una disciplina, ma non forzarti. Prova piuttosto a farne una pratica quotidiana. All’inizio forse troverai scomodo rimanere seduto in quella posizione troppo a lungo, ma è questione di abitudine, il tuo corpo si abituerà presto. Cerca poi di estendere la durata a 20, 30 minuti. Privilegia il mattino presto, quando anche l’ambiente intorno a noi è ancora calmo e tranquillo. Non meditare se hai sonno, ti addormenteresti facilmente.

8. Luogo

Può essere piacevole creare un luogo intimo e speciale in cui dedicarsi alla meditazione. Può trattarsi di un angolo della tua camera dove puoi riporre comodi cuscini e candele, magari creare una sorta di piccolo altare. Puoi riporvi quegli oggetti che per te hanno un significato profondo. Rendilo un luogo che senti come tuo, un ambiente strettamente personale in cui riscoprire calma e serenità.

9. Piacere

L’aspetto più importante è che la meditazione sia per te qualcosa di piacevole. Prova ad iniziare la pratica meditativa con un sorriso. Inizia un poco per volta, anche stando semplicemente seduto per un pò. Prova a farne un’abitudine quotidiana.

Related Post