“Meditare significa scoprire che la meta dell’esistenza è sempre raggiunta nell’istante presente”. – Alan Watts

L’abitudine della meditazione è una delle esperienze più significative ed interessanti che io abbia mai sperimentato.

Sorprendentemente, è anche una delle abitudini più semplici da adottare – si può fare ovunque, in qualsiasi momento, e avrà sempre benefici immediati.

Di quante abitudini si può dire lo stesso?

Mentre molte persone pensano alla meditazione come qualcosa che si possa fare esclusivamente con un insegnante o in un centro zen, la realtà è che la meditazione può essere semplice come prestare attenzione al tuo respiro mentre sei seduto in auto o in treno, o mentre cammini o fai la doccia.

Se sei occupato, sono sufficienti soltanto uno o due minuti. Non c’è scusa per non farlo: quando si è in grado di semplificare, anche la meditazione può diventare agevolmente un’abitudine.

Perchè meditare?

Perché fare della meditazione una pratica quotidiana? Ci sono innumerevoli ragioni, ma di seguito puoi trovare le mie preferite:

– Allevia lo stress e aiuta a rilassarti.

– La consapevolezza può essere praticata in ogni momento della giornata.

Dovunque tu vada, ci sei già. Una guida alla meditazione

– La consapevolezza aiuta ad assaporare la vita, a cambiare le tue abitudini, ad imparare a vivere semplicemente e lentamente, ad essere presente in tutto quello che fai.

– La meditazione ha enormi benefici mentali, come maggiore attenzione, felicità, memoria, autocontrollo, rendimento scolastico e altro ancora.

– Alcune ricerche sulla meditazione hanno indicato che può avere benefici per la salute, compresi il miglioramento del metabolismo, la frequenza cardiaca, la respirazione, la pressione sanguigna e altro ancora.

In realtà, alcuni dei migliori benefici della meditazione sono difficili da definire – inizi semplicemente a comprendere meglio te stesso, per esempio, e raggiungi un livello di consapevolezza di te che non hai mai avuto prima.

Più semplicemente, sedersi per pochi minuti di meditazione rappresenta un’oasi di calma e relax che raramente possiamo trovare nelle nostre vite in questi giorni.

Come fare della meditazione una pratica quotidiana

1. Impegnati per soli 2 minuti al giorno.

Questo è molto importante. La maggior parte delle persone pensa di dover meditare per 15-30 minuti. Ma questa non è una prova di quanto a lungo sei in grado di meditare – stiamo cercando di formare un’abitudine. E per farlo, prova a iniziare con soli due minuti. Troverai molto più facile iniziare in questo modo, e formare un’abitudine è piuttosto semplice se si inizia con semplici piccoli passi.

2. Scegli un momento della giornata.

Non un’ora esatta del giorno, ma un momento generale, come la mattina quando ti svegli o durante la pausa pranzo. Lega la pratica meditativa a qualcosa che già fai regolarmente, come bere la tua prima tazza di caffè, lavarti i denti, pranzare, o rientrare a casa dal lavoro.

3. Trova un posto tranquillo.

A volte è meglio la mattina presto, prima che il resto della tua famiglia si svegli e faccia un sacco di rumore. Altri potrebbero trovare il posto ideale in un parco o sulla spiaggia o in un qualche altro ambiente rilassante. E davvero non importa dove – fino a quando ci si può sedere senza essere disturbati per qualche minuto.

4. Siediti comodamente.

Non preoccuparti troppo di come devi stare seduto, cosa indossare, dove sederti, e così via. Personalmente mi piace mettermi seduto su un cuscino sul pavimento, con la schiena appoggiata a un muro. Altri invece preferiscono sedersi comodamente a gambe incrociate. Altri ancora possono sedersi su una sedia o un divano, se stare seduti sul pavimento risulta scomodo.

Il miracolo della presenza mentale. Un manuale di meditazione

5. Concentrati sul tuo respiro.

Quando inspiri, segui il tuo respiro attraverso le narici, poi in gola, poi nei polmoni e nel ventre. Siediti dritto con la schiena, tieni gli occhi aperti e presta attenzione al tuo respiro. Se preferisci chiudere gli occhi, va bene. Mentre espiri, segui il tuo respiro mentre si espande nel mondo. Se ti rendi conto che la tua mente sta vagando, riporta gentilmente la tua attenzione sul respiro.

E questo è tutto. E ‘una pratica molto semplice, ma se riesci a metterla in pratica due minuti al giorno per un mese ne avrai un’abitudine quotidiana.

Espansione della pratica

Stando seduto e prestando attenzione al tuo respiro è veramente semplice praticare la consapevolezza. E ‘un modo per allenarsi a concentrare la tua attenzione.

Dopo aver praticato un pò seduto in uno spazio tranquillo, è possibile espandere la tua pratica della consapevolezza:

– Quando ti senti stressato, prenditi un minuto per prestare attenzione al tuo respiro, e torna con la mente al momento presente.

– Prova a fare una passeggiata, e invece di pensare alle cose che devi fare dopo, presta attenzione al tuo respiro, alle sensazioni del tuo corpo, alle cose intorno a te.

– Quando mangi, mangia, e focalizza la tua attenzione sul cibo, sulle tue sensazioni e su l’effetto che il cibo ha su di te mentre lo ingerisci.

– Prova a sperimentare un rituale consapevole come bere il tè, dove puoi concentrare la tua attenzione sui tuoi movimenti, il modo in cui prepari il tè, come lo bevi, l’attenzione che riponi sull’odore del tè, il modo in cui lo assapori.

– Lava i piatti e spazza il pavimento consapevolmente.

Questo, naturalmente, è solo l’inizio. La meditazione è un universo infinito tutto da scoprire.