Lo stress è un killer spietato, abile e silenzioso. Contribuisce in modo determinante all’insorgere di problemi di salute, infelicità, depressione, problemi di relazione e altro ancora.

Nella vita non facciamo altro che accumulare stress, ma come possiamo poi riuscire davvero a gestirlo e a rendere migliore la nostra quotidianità?

La risposta è piuttosto semplice: dobbiamo individuare la causa del nostro stress e lavorare su questa causa.

Nei miei esperimenti di consapevolezza, ho scoperto che la causa principale dello stress è da individuarsi nel nostro attaccamento alle cose, al nostro aggrapparci ai pensieri.

Guarire. Una nuova strada per curare lo stress, l’ansia e la depressione senza farmaci né psicanalisi

Ci aggrappiamo alla speranza che le cose andranno come abbiamo pensato o pianificato: con la conseguenza che ci stressiamo per far sì che ciò avvenga, e rimaniamo profondamente frustrati quando le cose non vanno nel verso sperato.

Attaccarci alle cose e aggrapparci ai pensieri causa il nostro stress e le nostre frustrazioni.

Come possiamo allora smettere di attaccarci alle cose?

Realizzando che non c’è niente a cui aggrapparci.

Ci attacchiamo ai pensieri come se fossero reali, solidi, permanenti, quando in realtà non lo sono affatto. Le cose a cui ci aggrappiamo e i pensieri a cui ci attacchiamo sono fluidi, mutevoli, impermanenti, spesso solo immaginati.

Non c’è nulla a cui attaccarsi, nulla a cui aggrapparsi.

Immagina di nuotare in acqua, cercando di aggrapparti a una struttura solida che pensi essere vicino a te. Cercare di aggrapparti a questa struttura che pensi essere reale ti sta creando stress.

Ora immagina che non ci sia nessuna struttura solida vicino a te. Soltanto acqua. Puoi certamente continuare a cercare di afferrare qualcosa che non c’è… oppure puoi accettare serenamente il fatto che ci sia solo acqua, e rilassarti. Galleggiando, fluttuando nell’oceano.

Il gioco interiore nello stress. Esprimi il tuo potenziale e vinci le sfide della vita

Siamo solo una goccia d’acqua, nel bel mezzo di un oceano.

Ecco la tua sfida per oggi:

– Chiedeti che cosa ti stia stressando oggi.
– Chiedeti a che cosa stai cercando di aggrapparti.
– Ora immagina che la cosa a cui stai cercando di aggrapparti non esiste. Ci sei soltanto tu che stai fluttuando nell’acqua.

Questo non cambia le cose?