Non c’è persona tra di noi che non abbia insicurezze – alcuni sono soltanto più bravi a gestirle o forse a nasconderle.

Ci preoccupiamo di quello che gli altri pensano di noi, di essere di bell’aspetto, ci preoccupiamo perché non stiamo facendo tutto ciò che dovremmo fare, perché abbiamo paura di non farcela. Ci preoccupiamo perché siamo troppo grassi, di non piacere a quel ragazzo o a quella ragazza, di non valere abbastanza.

E i social media, con la loro cultura volta a spingerci a cercare l’approvazione altrui con “like” e retweet, mostrandoci corpi incredibili, viaggi meravigliosi e cibi fantastici… non fanno altro che aggravare il problema. Ma tutto questo lo sappiamo.

La domanda è: come possiamo superare queste insicurezze?

Come possiamo andare d’accordo con noi stessi? Come possiamo imparare a trovare pace e appagamento?

Il potere straordinario dell’accettazione. Elimina paura insicurezze e sensi di colpa

La risposta non è semplice, ma richiede una cosa per cominciare: la volontà di affrontare ciò che di solito non vogliamo affrontare.

Ciò significa che è necessario un po’ di coraggio. A piccole dosi, per cominciare, ma focalizzandoti sulla volontà di mettere da parte per un po’ tutte le distrazioni  e concentrarti solo su ciò che di solito non vuoi affrontare.

Hai questo coraggio? Se è così, cominciamo.

Gli Ostacoli

Cosa ci impedisce di affrontare di slancio le nostre insicurezze? Ci sono degli ostacoli lungo il percorso. Ci sono vecchie ferite che non si sono mai rimarginate.

Ecco alcuni degli ostacoli che ci si presentano davanti:

Le critiche del passato. Se un genitore o altri parenti ci hanno criticato quando eravamo bambini, o se siamo stati presi di mira da nostri coetanei quando eravamo a scuola, probabilmente abbiamo interiorizzato tutto questo.

A volte capita che i genitori ci accettino per come siamo, mentre altre volte accade che manifestino le proprie insicurezze attraverso critiche nei nostri confronti. Queste critiche rimarranno inevitabilmente nella nostra testa per molti anni e soltanto attraverso un lavoro approfondito potremo riuscire a superarle, seppur mai completamente.

Un’immagine negativa di noi stessi. Quando nel corso degli anni si subiscono le critiche di altre persone, si inizia a criticare se stessi. E tutte queste critiche, insieme con i confronti sfavorevoli che scaturiscono dal paragonarci con gli altri, si traducono in un’immagine di noi stessi che ai nostri occhi è tutt’altro che lusinghiera.

Non importa se la realtà sia totalmente diversa da questa immagine… per quanti competenti, brillanti e belli possiamo essere, se abbiamo un’immagine negativa di noi stessi sarà in base a questa immagine che penseremo e agiremo.

Il costante bisogno di approvazione. Quando qualcuno ci dà la propria approvazione, che bella soddisfazione proviamo! Ci sentiamo di essere degni, validi, di valore. Ma il problema a questo punto diventa che per poter mantenere questa immagine di noi abbiamo costantemente bisogno di ottenere l’approvazione degli altri. La disapprovazione diventa un incubo.

Ci ritroviamo bloccati in un ciclo vizioso di necessità di approvazione costante e di timore della disapprovazione. Leggiamo tutto ciò che ognuno dice e fa, nella vita reale e sui social media, in termini di approvazione o disapprovazione. Siamo finiti in una trappola.

La mancanza di fiducia. Crescendo impariamo a non avere fiducia sul fatto che gli altri possano amarci per come siamo, che possano accettarci con tutti nostri difetti, che siano in grado di apprezzare la nostra unicità.

Nel corso degli anni finiamo per leggere ogni comportamento altrui soltanto in termini di abbandono o rifiuto nei nostri confronti. Smettiamo di avere fiducia proprio quando ne avremmo più bisogno.

Le immagini nei media e sui social media. Ogni giorno finiamo inevitabilmente per confrontarci con le persone più “cool” che vediamo su Instagram o su altri social media. Ci si confronta con le persone “fighe” che vediamo nei film, in TV, sulle riviste.

Queste immagini hanno lo scopo di venderci un prodotto o un servizio, ma il modo in cui ciò viene realizzato finisce per farci sentire insicuri di noi stessi; con il risultato che, per poterci sentire più vicini a loro, finiamo per provare il bisogno di avere tutto ciò che queste celebrità ci stanno vendendo.

Non accettare le cose su noi stessi. Il risultato di tutto quanto sopra è che finiamo per rifiutare molti aspetti della nostra persona. Non ci piaciamo se siamo in sovrappeso, non ci accettiamo se siamo troppo timidi, ci vergogniamo se non abbiamo le scarpe firmate o il vestito all’ultima moda. Finiamo per odiare noi stessi e le nostre insicurezza.

Gli ostacoli da superare sono quindi numerosi! E per questo è necessario coraggio, anche perché riuscire a superarli non è affatto semplice.

Ma c’è una via d’uscita.

La Strada per Superare le Tue Insicurezze

Ecco il segreto: gli ostacoli in realtà ci mostrano il cammino. Gli ostacoli sono il percorso.

Ciascuno di noi ha la capacità e le risorse interiori per accogliere questi ostacoli come alleati e gestirli in modo efficace.

Per fare questo, abbiamo bisogno di iniziare a sviluppare la consapevolezza di quando le nostre insicurezze stanno per insorgere.

Possiamo usare le nostre insicurezze come un campanello che, quando ci sentiamo turbati da paure e diffidenze, risvegli la nostra consapevolezza  e ci dica, “Hey! Qui c’è del buon materiale su cui lavorare!“.

E questa è la chiave: tutte le nostre insicurezze rappresentano in realtà una impareggiabile opportunità per fare un buon lavoro su noi stessi, per conoscere come pensiamo e come agiamo, per sviluppare le competenze che potranno esserci di aiuto lungo il nostro percorso vita.

Quindi, inizia a prestare attenzione e a notare quando senti che l’insicurezza sta per prendere il sopravvento.

Prova poi ad adottare queste strategie:

Perdona il passato. Se la causa principale delle tue insicurezze è da individuarsi nel comportamente di un genitore o di un insegnante, inizia a prenderne atto, a riconoscerlo consapevolmente.

Decidi poi di perdonarli. E fallo con il cuore. Cerca di capire che anche loro erano guidati dalle proprie insicurezze, anche loro erano preda dei propri demoni. Si sono  comportati in modo imperfetto, ma tutti lo fanno.

Perdona il loro comportamento, perché rimanere aggrappato al risentimento non potrà mai esserti di aiuto. Lascia andare il passato, un passo alla volta.

Come vincere l’ansia sociale. Superare le difficoltà di relazione con gli altri e il senso di insicurezza

Accetta te stesso nella tua totalità. Fermati e prenditi del tempo per fare un’auto-valutazione. Prendi piena consapevolezza delle parti di te stesso, sia fisiche che interiori, che proprio non ti piacciono, che proprio non ti vanno a genio. Osserva questi aspetti di te stesso e prova a inviargli un messaggio di amore.

Osserva queste parti imperfette di te stesso per come sono, meritevoli di amore come meritevole di amore è un amico imperfetto. Pensa a come ti comporteresti con un amico imperfetto a cui vuoi un bene sconfinato, e comportati allo stesso modo verso le tue parti imperfette.

Dona amore alle tue imperfezioni. Abbraccia le tue parti imperfette e cogli tutta la loro bellezza. Le tue parti imperfette contribuiscono a renderti la persona unica che sei. E anche loro sono meravigliose, proprie come te.

Cerca soltanto la tua approvazione. Se ti cogli mentre stai cercando di guadagnare l’approvazione, le lodi, le simpatie e l’attenzione di qualcun altro… fermati e sostituisci questo qualcun altro con te stesso.

Togli agli altri il potere di approvare la tua persona e i tuoi comportamenti e trasferisci questo potere a te stesso. Non è necessaria l’approvazione degli altri, ma soltanto la tua.

Ciò non significa che non sia opportuno cercare dagli altri un riscontro che possa aiutarti a individuare le tue aree di miglioramento, ma non lasciare che siano gli altri ad approvare o meno ciò che è giusto per te, ciò che è giusto che tu dica o faccia.

Accetta te se stesso, totalmente, amati senza condizioni. E questo è tutto ciò di cui hai bisogno.

Lascia stare i confronti. Paragonare te stesso a quello che gli altri dicono o fanno, dove sono in viaggio, quanto si stanno divertendo… non è mai un confronto utile, tutt’altro.

Impara semplicemente ad essere felice con ciò che hai, con le persone con cui sei, con ciò che stai facendo… senza paragonarti agli altri.

Impara ad essere felice per la gioia e la felicità altrui, gioisci per i successi delle persone a cui vuoi bene… ma senza cercare paragoni.

Ciascuno di noi sta affrontando un percorso diverso e ciascuno di noi avrà i propri momenti di felicità, i propri successi, così come le proprie delusioni e le proprie sconfitte, lungo il proprio percorso individuale.

Sviluppa fiducia in te stesso. Attraverso tutte queste pratiche, inizia gradualmente a sviluppare in te stesso la fiducia che le cose andranno nel verso giusto. Inizia ad avere fiducia nel momento presente, guarda a quest’istante come a una meravigliosa opportunità.

Questo processo richiede del tempo, è un percorso lungo che va compiuto a piccoli passi, con determinazione, passione, energia ed entusiasmo.

Individua tutto ciò contro cui stai combattendo e impara a lavorarci su. Impara a spostare la tua prospettiva. Impara a vedere l’ostacolo sul quale stai per inciampare e trasformalo in una opportunità per acquisire nuove competenze.

Questo è un buon percorso. Ti aiuterà ad accettarti di più e ad avere maggiore fiducia in te stesso. E pian piano ti aiuterà ad amare più pienamente sia te stesso che gli altri, un passo alla volta.