Tutti noi abbiamo giorni cattivi e momenti di insicurezza.

Molto spesso la pressione proveniente da amici, famiglia, lavoro e società in generale è sufficiente per farci sentire completamente inadeguati. Se non abbiamo il “giusto” lavoro, le “giuste” relazioni, il “giusto” stile di vita, e così via, finiamo inevitabilmente per credere di non essere all’altezza o di non valere abbastanza.

Ecco allora 18 buoni motivi per cui non dovresti pensarla in questo modo.

1. Ogni giorno devi fare una scelta: subire lo stress o cercare l’armonia.

Scegli di essere una vittima e troverai una montagna di motivi per essere infelice. Scegliere di essere in armonia e troverai una montagna di motivi per sentirti in pace e tranquillo. Pensaci bene, il principale artefice e la prima causa della tua felicita’ sei tu stesso. Sei tu che puoi decidere la direzione da dare alla tua esistenza.

2. Hai sempre la possibiltà di provarci.

Ogni traguardo raggiunto e’ il risultato di un tentativo effettuato. Nel dubbio provaci, sempre. Tra venti anni sarai più deluso dalle cose che non avrai fatto piuttosto che dalle cose che avrai fatto. Ogni volta che e’ possibile, concediti un’opportunità.

3. C’è sempre qualcosa che puoi fare.

Non c’è assolutamente nulla nella tua situazione attuale che ti impedisca di andare avanti, un piccolo passo alla volta. Ricorda, la visione senza azione è soltanto un sogno ad occhi aperti; la visione deve essere combinata con l’esecuzione. E tutto quello che devi fare è compiere un passo alla volta. A volte il più piccolo passo nella giusta direzione finisce per essere il più grande passo della tua vita. In punta di piedi, se è necessario, ma compi questo passo. 

4. I problemi sono in realtà delle lezioni da apprendere. 

Nessun giorno è mai sprecato quando si vive con consapevolezza e attenzione. Goditi il viaggio, anche se ci sono deviazioni lungo il percorso.

La ricerca della felicità

5. Ciò che era impossibile ieri potrebbe essere possibile oggi. 

L’esperienza è un insegnante piuttosto duro; prima ti mette sotto esame e soltanto dopo ti impartisce la lezione. Ma questa è davvero una benedizione. Significa che stai crescendo e diventando più forte e più abile ogni giorno che passa. Quindi non rinunciare a qualcosa oggi soltanto perché ieri era impossibile.

6. Ciò che “potrebbe accadere” può fermarti soltanto se glielo consenti. 

Invece di preoccuparti di ciò che potrebbe accadere, vai avanti e usa la tua energia e la tua intelligenza per cercare di realizzare ciò che effettivamente devi portare a termine.

7. La qualità della tua visione determina la qualità della tua vita. 

Sta a te decidere cosa visualizzare e scegliere ciò su cui concentrarti. Dimentica tutto ciò che non ti piace. Concentrati invece su ciò che ti entusiasma e ti appassiona. Se vedi una possibilità, esplorala. Se hai un sogno, vivilo. Coloro che sono appassionati ed entusiasti di quello che stanno facendo hanno un vantaggio che è praticamente impossibile da eguagliare.

8. Non è necessario ottenere l’approvazione degli altri.

Smetti di ascoltare ciò che il mondo ritiene che tu dovresti desiderare. Inizia invece ad ascoltare te stesso. Il tuo cuore e il tuo intuito conoscono alla perfezione ciò che e’ meglio per te. Ascoltali con fiducia.

9. Ciò che sei in grado di raggiungere dipende fortemente da quanto lo vuoi davvero.

Quando si è disposti a impegnarsi e a persistere, ogni traguardo può essere raggiunto. Il successo non ha in se’ nulla di magico né di misterioso. Il successo è il risultato naturale del dirigere costantemente i tuoi sforzi verso ciò che desideri.

10. Tu sei più forte di qualunque cosa ti preoccupi. 

Utilizza ogni battuta d’arresto e ogni delusione come spunto per ripartire con ancora più determinazione di prima. Quando succede qualcosa di brutto, puoi lasciare che questa cosa ti distrugga oppure puoi far si’ che ti renda più forte. La scelta è tua. Tu sei molto più forte di quanto pensi di essere.

11. Per tutto quello che hai perso, hai guadagnato qualcos’altro.

Apprezza quello che hai oggi. La vita non deve essere perfetta per essere meravigliosa. Nessun rimpianto, solo lezioni. Nessun problema, solo accettazione. Nessuna aspettativa, solo gratitudine. La vita è troppo breve. La storia della tua vita ha molti capitoli. Un brutto capitolo non significa che sia giunta la fine. Quindi, smetti di rileggere il passato e volta pagina.

12. Hai già dato il meglio in alcune situazioni difficili.

Il fatto che tu sia capace di non perdere il sorriso non significa che stai sempre affrontando situazioni agevoli e tranquille. A volte significa semplicemente che sei abbastanza forte e intelligente per accettarle e fare del tuo meglio.

Autobiografia di uno yogi

13. Le tue cicatrici sono simboli della tua forza.

Non dovresti mai vergognarti delle ferite che la vita ti ha inferto. Una cicatrice significa che il male è finito e che la ferita è chiusa. Significa che sei stato più forte del dolore, che hai imparato una lezione, sei diventato più forte e hai guardato avanti. Una cicatrice è il tatuaggio di un trionfo. Quindi non consentire alle tue cicatrici di tenerti in ostaggio. Non permettere loro di farti vivere nella paura.

14. Nessuno sta facendo meglio di te, perché nessuno può fare meglio di te.

Stai percorrendo il tuo cammino, non sei in competizione con nessuno. A volte il motivo per cui lottiamo con le nostre insicurezze è perché mettiamo a confronto i nostri disagi con ciò che di bello e luccicante gli altri ci mostrano. Dimentica quello che fanno tutti gli altri, confrontati esclusivamente con i tuoi limiti e dai il meglio di te stesso per superarli.

15. Dove sei in questo momento è un passo necessario.

A volte evitiamo di vivere esattamente dove siamo perché abbiamo sviluppato la convinzione, sulla base dei nostri ideali, che non è dove dovremmo essere o dove vorremmo essere. Ma la verità è che il punto in cui sei in questo momento è esattamente dove è necessario che tu sia per poter domani partire verso nuovi traguardi.

16. Il dolore ti aiuta a diventare una persona migliore.

Quando i tempi sono duri, ricorda a te stesso che nessun dolore viene senza un motivo. Datti da fare per superare ciò che ti porta dolore, ma non dimenticare mai quello che ti ha insegnato. Il dolore è parte della crescita.

17. E’ la tua resistenza a “ciò che è” che causa la tua sofferenza.

La felicità risiede nel permettere a te stesso di essere perfettamente a tuo agio e in armonia con la tua condizione attuale, piuttosto che affannarti a desiderare ciò che ancora non hai, vedendolo come condizione indispensabile per essere felice, o preoccuparti a dismisura per ciò che potrebbe accadere (e che forse non accadrà mai).

La tua sofferenza si presenta sempre e soltanto quando opponi resistenza al modo in cui stanno le cose che non sono in tuo potere di cambiare. Muta prospettiva: non puoi controllare tutto ciò che ti accade, ma puoi sempre controllare il modo in cui rispondere a ciò che ti accade. Nella tua risposta risiede il tuo potere.

18. Sei ancora qui e ci stai ancora provando.

Quando senti di stare per mollare e non farcela più, fai ancora un piccolo sforzo per rimanere positivo, paziente e persistente. Perché le persone più forti non sono le persone che vincono sempre, ma le persone che non si arrendono quando perdono.