“Non si può mai attraversare l’oceano se non si ha il coraggio di perdere di vista la riva.”

– Cristoforo Colombo

Sentirsi a disagio è una forma di dolore: non si tratta di un dolore profondo, spesso lo si avverte solo a livello superficiale, epidermico, mentre a volte fa piuttosto male.

Ma si tratta sempre di un dolore in qualche modo necessario.

È quella sensazione che provi quando sei chiamato ad uscire dalla tua zona di comfort.

L’idea di allenarsi ogni mattina, ad esempio, porta disagio, quindi spesso non lo facciamo e rimaniamo a poltrire nel letto.

Anche dire di no agli altri ci mette a disagio, quindi spesso finiamo per favore cose di cui non abbiamo minimamente voglia.

Altre volte ci mette invece a disagio meditare oppure concentrarci su un compito difficile, ragion per cui rinunciamo o rimandiamo a domani.

Certo, questi sono solo esempi, perché tutti noi ci troviamo a disagio in situazioni diverse in momenti diversi, ma credo che il concetto generale sia agevole da cogliere.

Il punto è che la maggior parte di noi non vuole sentirsi a disagio, quindi finiamo inconsciamente per scappare da ogni situazione che ci possa porre in una condizione “scomoda”. 

Il problema è che, scappando dal disagio, siamo costretti a partecipare solo alle attività (facili) e alle opportunità (non entusiasmanti) che risiedono all’interno della nostra zona di comfort. 

Questo significa che finiamo per mancare una serie pressoché infinita di esperienze e di opportunità che potrebbero invece aiutarci a crescere.

Restiamo bloccati, impantanati in un circolo tutt’altro che virtuoso.

Allora forse è venuto il momento giusto per scrollarti la polvere di dosso, eliminare alcune cattive abitudini, abbracciare il disagio e tuffarti fuori dalla tua zona di comfort.

È tempo di imparare dai tuoi errori piuttosto che evitare di commetterne.

Ricorda, alla fine diventi ciò che fai ripetutamente. 

Se le tue abitudini non ti stanno aiutando, ti stanno facendo del male. 

Ciò significa che è tempo di cambiare.

Ecco 10 cose che ti mettono a disagio e che dovresti iniziare a fare da subito.

1. Mettere in discussione le tue certezze.

Warren Buffett una volta ha detto: “Ciò che l’essere umano sa fare meglio è interpretare tutte le nuove informazioni in modo che le sue precedenti conclusioni rimangano intatte”.

Questa modo di pensare è piuttosto comune ma totalmente controproducente e deleterio.

Non limitarti a cercare dati che confermino ciò che già conosci.

Regalati la meravigliosa opportunità di mutare prospettiva e di cambiare idea.

La vita cambia ogni secondo e sta a noi imparare a fluire con essa.

2. Dire di ‘”no” quando è necessario.

Dire di “sì” a tutto ti mette sulla strada giusta per un’esistenza scarna di soddisfazioni.

La sensazione di essere costantemente occupato e sopraffatto è in genere il risultato di dire “sì” troppo spesso.

Tutti abbiamo degli obblighi, ma un ritmo salutare ed efficace può essere trovato solo gestendo saggiamente i tuoi “sì”.

Quindi smetti di dire “sì” quando vuoi dire “no”.

A volte devi impostare dei confini chiari e definiti.

3. Essere nel presente.

Non evitare il contatto visivo. Sorridi spesso. Fai domande, ascolta.

Non puoi connetterti in modo profondo con nessuno, incluso te stesso, a meno che tu non sia pienamente presente nel momento.

E non puoi pretendere di essere presente se di fronte al tuo interlocutore fingi di ascoltarlo mentre scorri il tuo feed Instagram.

In questo modo ti lasci sfuggire la bellezza e il piacere di una profonda e autentica conversazione con l’altro.

4. Investire nella tua salute.

Non c’è modo di girarci intorno: non importa quanto non ti piacciano l’esercizio fisico e un’alimentazione sana, nel lungo termine entrambi ti faranno sentire meglio.

Se la tua energia fisica non si esprime correttamente, allora anche la tua energia mentale (la tua concentrazione), la tua energia emotiva (i tuoi sentimenti) e la tua energia spirituale (il tuo scopo) saranno tutti influenzati negativamente.

L’esercizio fisico ha un impatto straordinariamente positivo non solo sulla tua salute, ma anche sul tuo umore, sulla tua autostima e sul tuo senso di auto-realizzazione.

5. Allontanarti dalle persone che ti fanno male.

Uno degli aspetti più difficili dell’amare qualcuno è che a volte devi saperlo lasciare andare perché ti sta facendo del male.

Naturalmente, è difficile prendere le distanze da qualcuno a cui tieni senza provare dolore,.

Anche se questa persona ti ha ferito migliaia di volte, inizi a pensare che forse in futuro le cose potrebbero cambiare.

Ma il punto è proprio questo: nella stragrande maggioranza dei casi in tutto questo non c’è nulla di concreto e reale, sono solo fantasie.

La realtà delle azioni di questa persona ha sempre smentito le tue aspettative.

Quando qualcuno ti mostra il suo vero aspetto più e più volte, è meglio guardare alla realtà e prenderne le distanze.

6. Trovare gioia in meno.

Le persone che trascorrono tutto il proprio tempo cercando di fare soldi, finiscono per spendere tutti i loro soldi cercando di guadagnare tempo.

Non cadere nella stessa trappola.

Ricorda a te stesso che l’essere umano più ricco non è quello che ha di più, ma quello che ha bisogno di meno.

La ricchezza è una mentalità.

Apprezza ciò che già hai piuttosto che desiderare quello che non possiedi.

Sfida te stesso ad essere meno impressionato dagli oggetti materiali ed essere più entusiasmato dalle esperienze che vivi.

Sei incredibilmente fortunato a vivere questo momento proprio qui, proprio ora.

E più lo apprezzi, meglio sarà. 

7. Ricostruire la tua autostima.

Non è troppo tardi. Non sei indietro. Sei dove devi essere.

Ogni giorno e ogni passo sono necessari.

Non giudicare te stesso per quanto tempo impiega a percorrere il tuo percorso.

Abbiamo tutti bisogno del nostro tempo per percorrere la nostra distanza.

Il momento presente è sempre l’inizio di tutto ciò che desideri.

Eppure troppo spesso perdiamo tempo ad aspettare che si presentino tutte le condizioni ideali.

Fare il primo passo e poi quello successivo è ciò che costruisce la tua fiducia e alla fine consente alla tua vita di progredire.

8. Perdonare anche le persone che non lo meritano.

Allontanati, ma non dimenticarli; perdonali.

Dimenticare le persone che ti hanno fatto del male è il tuo dono per loro; perdonare le persone che ti hanno fatto del male è il tuo dono per te stesso.

Devi perdonare gli altri non perché meritano il perdono in questo momento, ma perché tu meriti la pace della mente e la tranquillità dello spirito.

E tieni anche presente che alcune relazioni si allenteranno solo temporaneamente, giusto il tempo di guarire e crescere nuovamente nel tempo. 

9. Accettare i tuoi errori. 

Puoi deludere gli altri ed essere ancora abbastanza bravo.

Puoi fallire ed essere comunque intelligente, di talento e capace di successo.

Puoi deludere le persone e comunque essere utile e meritevoli di amore e ammirazione.

Tutti commettiamo errori a volte.

Fai un respiro profondo. Va bene sbagliare.

Delusioni e insuccessi sono due dei trampolini di lancio più sicuri verso i luoghi in cui vuoi andare.

Ancora una volta, non lasciare che una dura lezione indurisca il tuo cuore.

Quando le cose vanno male, fai tesoro degli insegnamenti che puoi trarne.

Ricorda che le migliori lezioni della vita vengono spesso apprese nei momenti peggiori e dai peggiori errori.

A volte dobbiamo fallire e soffrire per crescere.

10. Affrontare i pensieri che ti preoccupano.

Una piccola parte della tua vita è decisa da circostanze completamente incontrollabili, mentre la stragrande maggioranza della tua vita è decisa da come le rispondi.

PUOI sempre scegliere una mentalità che ti aiuti ad affrontare anche le situazioni più difficili.

E farlo ti aiuterà a cambiare la prospettiva e alla fine ti permetterà di crescere oltre le sfide che non puoi controllare in uno specifico momento.