Ammetto di esserne colpevole come e quanto tutti gli altri: osservare le cose “fighe” che fanno gli altri e desiderare di poter essere nei loro panni e fare le stesse cose.

Sul tuo smartphone vedi fantastiche fotografie di viaggio postate dai tuoi amici su Facebook o Instagram e immediatamente desideri di trovarti in luoghi esotici, sorseggiare drink e abbronzarti al sole. In fondo meriti una vita migliore, no?

Ma sfortunatamente questa è l’abitudine sbagliata.

Un approccio di questo tipo ti conduce inevitabilmente a maturare la netta sensazione che la tua vita non sia abbastanza bella, che tu non sia abbastanza in gamba.

Pensare che ciò che hanno gli altri sia proprio quello che a te manca è un processo mentale estremamente deleterio in grado di spingerti in una spirale negativa senza via d’uscita.

Gioia e meditazione. Intuizione per risvegliare la propria essenza. DVD

Qual è allora un’abitudine migliore? L’abitudine di essere ben contento e soddisfatto con ciò che già hai.

Ciò che ho imparato è che la felicità, il benessere e la soddisfazione non si trovano lì fuori. Non si trovano lì dove si trovano tutti gli altri, anche se in apparenza così sembra.

Puoi trascorrere la tua intera esistenza inseguendo felicità, soddisfazioni, sogni, piaceri, grandezza, e non raggiungerli mai.
Questo perché tutto questo non si trova lì fuori: tutto questo si trova esattamente dove ti trovi ora. Si trova qui, adesso, con quello che hai e con ciò che sei.

Prima di osservare più attentamente questo aspetto, diamo un’occhiata al modo in cui ci comportiamo abitualmente.

L’abitudine di essere insoddisfatto.

Dimmi se questi comportamenti ti suonano familiari:

  • Vedi altre persone fare grandi cose, viaggiare, divertirsi, e vorresti trovarti nella loro stessa condizione. Ma a quel punto ci sarebbero altre persone che fanno cose ancora più interessanti e divertenti e ti renderesti conto che ancora non hai raggiunto il picco della felicità. È così via, in una spirale potenzialmente senza fine.
  • Ti osservi e pensi che potresti essere migliore sotto molti punti di vista — più in forma, più produttivo, più rilassato, e via dicendo. Ma anche questo finisce con l’essere un tunnel senza via d’uscita, poiché per quanto tu possa migliorarti, non sarai mai perfetto e ci sarà sempre qualche aspetto in cui migliorare. E se leghi la tua soddisfazione alla tua perfezione ti ritrovi perdente in partenza.
  • Senti che potresti fare di più. Ti dai da fare tutto il giorno, un’attività dietro l’altra, ma hai sempre quella strana sensazione che potresti e dovresti fare ancora di più. E non riesci mai a sentirti appagato.
  • Critichi gli altri per come si comportano: i tuoi figli, il tuo partner, i tuoi amici… tutti loro stanno facendo qualcosa che tu pensi non dovrebbero fare, oppure non stanno facendo qualcosa che tu ritieni dovrebbero fare. Ma non c’è felicità nel criticare gli altri, perché quando sei insoddisfatto delle altre persone significa che sei insoddisfatto della vita.

Se pensi di essere tra coloro che spesso si lasciano andare a questo tipo di comportamenti, allora è forse il tempo di iniziare a valutare se questo tipo di abitudini siano in grado o meno di portarti felicità.

La risposta sarà certamente no. Questo genere di abitudini non reca con sé alcuna forma di felicità, soddisfazione o benessere.

E gioia sia. Il segreto per la felicità

Come trovare soddisfazione in ciò che già hai.

Quando ti ritrovi a indugiare nelle abitudini e nei comportamenti deleteri appena descritti, prendine piena consapevolezza… e prova invece questo:

  • Smetti di cercare la felicità altrove – in ciò che fanno gli altri, in ciò che dovresti fare tu, in ciò che dovrebbero fare gli altri, in tutto ciò che dovresti migliorare. La felicità, il benessere e la soddisfazione non sono lì fuori.
  • Prova invece a rivolgere la tua attenzione al momento presente. Fermati e ascolta il tuo corpo, il tuo respiro e tutte le sensazioni che ti avvolgono in questo preciso attimo. Osserva come questo esatto istante contenga molto di più rispetto a ciò cui a cui normalmente presti attenzione.
  • Prendi consapevolezza del fatto che questo esatto momento è tutto ciò di cui hai bisogno per essere felice. Questo preciso istante non ha nulla da invidiare a tutte le altre alternative che la tua mente ritiene invece spesso migliori della realtà in cui vivi. Le esperienze ideali non sono di qualità superiore rispetto all’esperienza che stai vivendo in questo esatto attimo.
  • Ammira la meraviglia di questo preciso momento. Proprio dove sei ora, proprio adesso. Nota le cose straordinarie che ti circondano – persone, oggetti, natura – osservali come se li guardassi per la prima volta. Nota il miracolo del tua corpo, della tua mente, delle tue sensazioni. Tu sei qui per essere testimone di tutta questa bellezza. Meraviglioso!

Questa è l’abitudine di essere contento e soddisfatto con ciò che già hai. È un’abitudine che puoi mettere in pratica in ogni momento, in ogni luogo, non importa con chi tu sia e cosa tu stia facendo.

È a costo zero, sempre disponibile, sempre miracolosa. E non finisce mai.