Il miglior consiglio che abbia mai ricevuto per migliorare la mia vita sociale è questo: imparare a rivolgere un caloroso “Buongiorno!” o “Ciao!” al prossimo.

Questa unica semplice abitudine mi ha aiutato ad avere più amici, a cogliere nuove e inaspettate opportunità, a conoscere meglio coloro che ho incontrato nella mia vita.

Ancora oggi mi stupisco di come il mondo possa sembrare più molto più amichevole e ben disposto quando sono io il primo a dire “buongiorno!”.

Questo consiglio suona troppo semplice? Lo è!

Molti di noi hanno un approccio assai particolare verso la vita. Come ha detto qualcuno: “La maggior parte delle persone si comporta in modo carino e gentile verso gli altri solamente se il loro interlocutore per primo si è rivolto con cortesia verso di loro. Quello che spesso non comprendiamo è che tutto in realtà dipende da noi”.

Penso che regalare un sorriso alle persone che incontriamo durante la nostra giornata e rivolgere loro un sentito “buongiorno!” sia di beneficio innanzitutto per noi stessi. Non c’è gioia più grande che donare un sorriso, far capire agli altri che teniamo a loro, che vogliamo il loro bene e che siamo pronti ad ascoltarti e aiutarli.

Un semplice “buongiorno” ci avvicina al prossimo, può trasformare un incontro casuale in un rapporto speciale, è in grado di cambiare in positivo l’umore delle persone che incontriamo sulla nostra strada.

Non aspettiamo che siano gli altri a salutarci e a rivolgerci la parola. Iniziamo noi a mostrare considerazione e affetto per il prossimo, cerchiamo di essere noi l’esempio. Trasmettiamo calore ed energia al prossimo. Doniamo il nostro sorriso. Ne abbiamo solo da guadagnare.

Sei troppo timido?

Allora inizia in piccolo e comincia a dire per primo “ciao” o “buongiorno” nelle situazioni in cui ti senti a tuo agio. Puoi iniziare con i familiari e i conoscenti. Anche sei assolutamente introverso puoi sempre migliorare in modo graduale.

Saluta con un sorriso il negoziante dove vai a fare la spesa, la persona che incontri in ascensore o alla fermata dell’autobus, i pazienti in fila dal medico. Anche se non lo dimostreranno, nel loro cuore te ne saranno grati e anche tu ti sentirai bene.

Non ignorare chi ti è intorno, ogni persona è un’occasione, un’opportunità per crescere ed un momento unico per apprezzare la bellezza della vita.