Nella mia esistenza ho collezionato una serie pressoché interminabile di fallimenti e insuccessi.

Ho fallito negli affari. Ho fallito nelle relazioni. Ho fallito nella vita. Molte, moltissime volte.

E tutto questo mi ha condotto al successo.

Ogni fallimento è stato un insegnamento, ogni errore mi ha aiutato a perfezionarmi, ogni insuccesso mi ha indicato la via per raggiungere i miei obiettivi.

E ho compreso che maggiori sono i rischi che sei disposto a correre per realizzare i tuoi sogni, maggiore è la probabilità di fallire.

Ma ho scelto. Ho deciso di non vivere la mia esistenza in un porto sicuro e confinare le mie scelte all’interno di un cerchio confortevole ma stagnante.

Ho scelto di vivere ogni giorno come una splendida opportunità in cui privilegiare le emozioni piuttosto che la sicurezza, la libertà di pensiero piuttosto che il conformismo, l’assunzione di responsabilità piuttosto che l’adesione a un modello.

Ho deciso di rischiare, ho scelto di mettermi in gioco, ho preso la decisione di vivere.

E questo inevitabilmente più di una volta mi ha portato a fallire. Senza mai pentirmene, perchè l’insuccesso era una delle possibilità del gioco.

Ma sapete una cosa? Vivere la mia vita, prendere dei rischi e assumermi la piena responsabilità delle mie decisioni mi ha portato anche tanti successi, tante vittorie che non avrei mai potuto ottenere senza prima fallire.

Il fallimento è la strada per il successo. Le migliori aziende del mondo hanno fallito più delle medie aziende. Gli uomini di maggior successo hanno fallito più della normalità degli uomini.

L’unico fallimento è non provare. L’unico insuccesso è non sognare. L’unica sconfitta è non osare.

Agisci, scegli, rischia. E ricorda, non puoi vincere nessuna partita se non scegli di giocarla.