Cosa significa per te un problema?

Credo che questa domanda possa trovare due possibili risposte, diametralmente opposte nei contenuti, a seconda della prospettiva che intendiamo adottare.

Da un lato, i problemi possono essere percepiti come ostacoli in grado di demoralizzarci, abbatterci e costituire una minaccia per la nostra felicità. In sostanza, uno scomodo impedimento, delle difficoltà da cui tenerci lontani quanto più possibile.

Questa è la chiave di lettura più comune, quella che ritroviamo in genere nel modo di pensare di quanti intorno a noi esprimono la propria visione della vita.

Ma c’è anche un’altra risposta, una visione differente, più stimolante.

I problemi della vita possono essere anche percepiti e accolti come delle opportunità, delle occasioni di crescita in grado di rafforzarci come persone, di svilupparci al meglio come essere umani.

Qual è la differenza concreta tra le due diverse prospettive? Cosa significa approcciarsi alla nostra vita reale considerando i problemi come opportunità di crescita anziché come ostacoli?

I Problemi Come Ostacoli

Secondo questa chiave di lettura, i problemi della vita sono concepiti come delle difficoltà tali da disturbare il pacifico corso della nostra esistenza. Come dei fastidi, degli ostacoli in grado di irritarci, renderci nervosi e, in definitiva, complicarci inutilmente la vita.

In base a questa visione, ognuno di noi dovrebbe cercare di fare il proprio meglio per evitare l’insorgere di situazioni problematiche. Laddove si presenta un problema, ciò sta a significare che qualcosa è andato storto, che non siamo stati in grado di prevederlo e di evitarlo. Allo stesso modo, un problema inevitabile viene percepito come una sfortuna o una maledizione, un inconveniente il cui superamento richiede un impegno ed uno spreco di energie che volentieri eviteremmo.

Se abbiamo dei problemi, dobbiamo fare di tutto per eliminarli il più rapidamente possibile. Solo così potremo raggiungere l’obiettivo di un’esistenza felice, libera dalle difficoltà, in cui ogni aspetto della nostra vita sia ordinatamente al proprio posto.

Pensandoci bene, tuttavia, appare immediato come tale approccio nei confronti dei problemi della vita sia tutt’altro che conveniente, ben lontano dallo stimolarci al miglioramento personale e al raggiungimento del vero benessere. Questa prospettiva, nel lungo termine, ci rende infatti inevitabilmente più deboli e remissivi.

Immaginiamo che in una certa fase della nostra vita i nostri problemi, a causa delle più disparate circostanze, si moltiplichino in modo considerevole. Come reagiremmo? Concependo i problemi come difficoltà, ostacoli e sfortune, inevitabilmente l’insorgere di una serie di problemi avrebbe la conseguenza di renderci nervosi, ansiosi, tristi, depressi e preoccupati, ci sentiremmo perseguitati dalla cattiva sorte. Diventeremmo del tutto incapaci di agire. Saremmo sopraffatti dai nostri stessi problemi, ci sentiremmo impotenti e passivi di fronte all’insorgere di ogni nuova difficoltà.

Oppure, per ridurre la nostra esposizione ai problemi, finiremmo per scegliere di ritirarci. Non sopportando il peso dei problemi, cercheremmo di evitarne per quanto possibile l’insorgere rifuggendo ogni situazione potenzialmente problematica. Probabilmente finiremmo per vivere soli, avremmo pochi amici e sul lavoro, come nella vita, eviteremmo le situazioni di rischio, privilegiando contesti non sfidanti e routinari. Non troppo stimolante come prospettiva, vero?

Inevitabilmente, la visione dei problemi come degli ostacoli da evitare ci conduce dunque, nel lungo termine, allo stress, alla fuga o all’inazione. In altre parole, questa prospettiva finisce invariabilmente per indebolirci, impedendoci di essere di aiuto e di sostegno a noi stessi e agli altri nel momento in cui insorgono dei problemi.

La buona notizia è che di fronte a un problema possiamo invece decidere di adottare un diverso atteggiamento.

I Problemi Come Opportunità

Ecco allora una differente chiave di lettura con cui possiamo relazionarci ai nostri problemi. Si tratta semplicemente di adottare, di fronte a una difficoltà, una diversa prospettiva.

I problemi della vita non esistono per indebolirti e abbatterti. I problemi esistono per aiutarti a crescere come persona e consentirti di essere di sostegno a te stesso e al prossimo. I problemi sono opportunità per vivere in pieno la tua esistenza, affrontarla in tutta la sua intensità e svilupparti compiutamente a livello personale.

Come con i pesi di una palestra, quando ti cimenti con i problemi della vita, questi richiedono sforzo e fatica nell’immediato, ma nel lungo termine ti rendono più forte.

Il concetto fondamentale, nell’ambito di tale prospettiva, risiede nel fatto che l’obiettivo ultimo non è la risoluzione o il superamento del problema, ma l’atteggiamento con cui l’affronti, il modo in cui ti confronti con le sfide che l’esistenza ti pone davanti.

Non tutti i problemi possono essere risolti, non tutti gli ostacoli possono essere superati. Ma ciò che davvero conta, ciò che davvero ti aiuta a crescere e a svilupparti come persona è la modalità con cui tu decidi di porti di fronte al problema.

I problemi sono un’occasione, un’opportunità per esprimere la tua personalità e le tue umane capacità in una situazione di difficoltà. Niente panico, niente stress, il problema è una possibilità per essere di sostegno a te stesso e a coloro che ti sono vicini, è uno stimolo a far emergere e sviluppare la tua persona, uno strumento per vivere la tua esistenza in tutta la sua intensità.

Le sfide, i problemi e gli ostacoli hanno uno scopo nella tua vita: sono gli strumenti che ti aiutano ad allenarti a vivere, ad affrontare ogni giorno con maggiore forza le difficolta che inevitabilmente si presentano sulla tua strada. Benedicili come delle opportunità di crescita.

Così come le difficoltà fisiche, ad esempio i pesi della palestra, incrementano la tua forza fisica, allo stesso modo le difficoltà personali e mentali incrementano la tua forza personale e mentale. Analogamente, i problemi sociali accrescono la tua forza sociale. Se nell’immediato qualsiasi problema richiede sforzo e impegno, nel lungo termine ne abbiamo benefici straordinari in termini di crescita personale, di rafforzamento caratteriale e di consapevolezza individuale.

Di fronte a un problema, dunque, possiamo scegliere di essere remissivi e di maledire la difficoltà che ci si pone davanti. Oppure possiamo decidere di accettare con benevolenza la sfida e guardare all’ostacolo in modo positivo, come a un’occasione di sviluppo, un’opportunità di crescita e di miglioramento che ci può consentire di rafforzarci come persona.

Non maledire i tuoi problemi. Sono le difficoltà che ti rendono più abile e più forte. Impara ad apprezzare il bene che si cela dietro a ogni ostacolo.

Senza problemi affronteremmo la vita come in una realtà ovattata nella quale rimanere dei bambini incapaci di crescere. La vita invece ci presenta numerose sfide, sta a noi saperle accettare e coglierne le opportunità. Per crescere ed essere delle persone migliori.