Mi si chiede quale sia il mio scopo. Non ne ho. Ed è importante capire come mai non ho alcuno scopo, alcun obiettivo.

Nella vita esistono due tipi di azione.

Uno è motivato dal desiderio, implica avere uno scopo. L’altro tipo di azione è motivato dall’amore, dalla compassione, senza alcuno scopo.

Se chiedete a una madre: “Qual è lo scopo dell’amore che dai a tuo figlio?”, cosa vi risponderà? Vi dirà: “Non so di cosa parli, io semplicemente amo mio figlio e mi sento felice semplicemente di questo”. Non è che la madre ama oggi e riceve gioia domani. Il suo stesso amore è gioia.

Ma esiste anche un tipo di azione motivato dal desiderio. In questo momento vi sto parlando. Potrei parlare con l’obiettivo di ricevere qualcosa in cambio, sotto forma di denaro, fama, rispetto, prestigio: in questo caso sarei motivato dal desiderio.

Ma io sto parlando solo perché non posso farne a meno. Qualcosa è accaduto dentro di me e io non posso fare a meno di condividerlo. Il mio parlare è come un fiore che è sbocciato e diffonde la sua fragranza intorno a sé. Se chiedete a un fiore: “Qual è lo scopo?”… non ce n’è alcuno.

Alcune azioni nascono dal desiderio, in questo caso dietro c’è uno scopo. Ci sono altre azioni che sono mosse dalla compassione, in questo caso non c’è alcuno scopo dietro di esse.

E sarete sorpresi di sapere che non farete mai qualcosa di sbagliato, a meno che non abbiate uno scopo. E’ una cosa strana: c’è sempre uno scopo nel peccato. Non c’è mai uno scopo quando fate una buona azione. Non si può commettere un peccato se è presente l’amore, se è presente la compassione.

Un peccato sarà sempre colmo di desiderio e il desiderio implica sempre uno scopo, ci sarà l’aspettativa di ottenere qualcosa in cambio.

Ma è possibile compiere un’azione senza avere alcuna aspettativa. In questo caso la motivazione non è data da alcuna ragione esteriore, poiché non c’è alcuno scopo: la motivazione scaturisce dalla coscienza interiore, dove non esiste alcuna aspettativa.

Sarete sorpresi, ma la verità è questa: ogni volta che esiste uno scopo, siete motivati dall’esterno; quando non c’è scopo, la vostra motivazione viene dalle profondità del vostro essere. Se esiste qualcosa che vi attrae, c’è uno scopo. Viceversa, ci sono cose che affiorano all’interno del vostro essere ma che non hanno scopo alcuno.

L’amore e la compassione sono sempre senza obiettivi; i desideri e tutto ciò che si vuole possedere, hanno sempre un obiettivo. Finché siamo attirati da uno scopo c’è desiderio, e finché esso esiste restiamo legati a una corda come animali e non siamo liberi.

La libertà è l’opposto: in questo caso non si è legati a corde, non si è attratti da alcun desiderio. Libertà significa creare un flusso che scaturisce dall’interno dell’essere.

La vita dovrebbe essere libera da desideri e sofferenze. Create una vita senza scopi, e dall’interno del vostro essere emergerà un’aspirazione.

Vivete in modo tale da non avere alcun desiderio di ottenere alcunché, bensì di dare. Ciò che chiamo amore implica non chiederlo, ma semplicemente darlo. E non c’è alcuno scopo nell’amore, fatta eccezione per il dare. L’amore non ha scopi, perché l’amore stesso è in sé lo scopo.

  • Osho