Nell’adolescenza e nella giovinezza le nostre amicizie rappresentano tutto. Definiscono chi siamo, cosa facciamo, persino cosa compriamo.

Da giovani pensiamo che le amicizie dureranno per sempre. Ma poi la vita va avanti. Le carriere lavorative spiccano il volo. Le persone si sposano, fanno dei figli. Altri vanno a vivere altrove, lontano.

Ci affanniamo a gestire il nostro tempo e le nostre responsabilità, e lentamente alcuni dei nostri amici scivolano giù nella lista delle priorità.

Non necessariamente questo è ciò che vogliamo. Poche persone metterebbero in dubbio il valore di un’amicizia. Il problema sembra risiedere nella capacità di conciliare le amicizie con i ritmi frenetici di un’esistenza già affollata di impegni ed attività.

L’amicizia è come un matrimonio. Non si può pensare che sia sufficiente sposarsi per avere una vita coniugale felice. Come il matrimonio, l’amicizia va coltivata e rinnovata giorno dopo giorno in base all’alternarsi delle vicende della vita. Le persone e le priorità cambiano. Quello che ha funzionato ieri potrebbe essere inutile oggi.

Dobbiamo nutrire le amicizie affinché queste possano fiorire ed accompagnarci attraverso le nostre mutevoli esistenze.

Scegli saggiamente i tuoi amici.

Focalizza la tua energia su quelle persone che davvero ti fanno stare bene. Tutti noi conosciamo bene il detto “non puoi scegliere la tua famiglia”. Allora cerca di essere abbastanza intelligente da scegliere come amici delle persone che meritano il tuo tempo e la tua attenzione per il semplice fatto che ti fanno stare bene. Non farti attrarre dalle apparenze e non lasciarti ingannare dagli opportunisti. Il comportamento di una persona è molto più importante delle parole. Circondati di amici che riflettano la persona che vorresti essere. Scegli amici che ti riempiono di orgoglio, persone che ammiri, che ti amano e ti rispettano per ciò che sei. Persone che rendono il tuo giorno un po’ più luminoso, semplicemente per il fatto di esserci.

Tratta gli altri come vorresti essere trattato tu.

Forse avrai sentito parlare della regola dell’attrazione, secondo cui tutto ciò che fai ti ritorna indietro, in un modo o nell’altro. Non puoi ricevere ciò che non dai. Cerca di essere un porto sicuro per i tuoi amici, un esempio di lealtà ed onestà, qualcuno su cui possano davvero contare. Cerchi solo qualcuno con cui farti delle risate di tanto in tanto o un amico che sia accanto a te nei momenti duri?

Trova il tempo.

A volte ci capita di pensare all’ultima volta che ci siamo incontrati con un nostro amico, e realizziamo che è successo un bel po’ di tempo prima, che non vediamo quell’amico da un’eternità. Le nostre vite possono procedere a ritmi pazzeschi. Magari pensiamo ad un amico, poi qualcosa ci distrae e non lo chiamiamo più. Il tempo trascorre, ci ripromettiamo di telefonargli ma poi interviene qualcos’altro e non ci facciamo più sentire. E così un’amicizia piano piano ci scivola via tra le mani, diventa a poco a poco più semplice non fare quella telefonata piuttosto che riprendere il filo interrotto, ricucire la distanza. E così abbiamo perso un amico.

Non cadere nell’abitudine del “proverò a trovare il tempo”. E’ una presa in giro soprattutto verso te stesso. Tu non puoi trovare il tempo. Sei tu l’artefice del tuo tempo. Ogni giorno, ogni istante, tu decidi cosa fare del tuo tempo, verso chi rivolgere la tua attenzione, chi incontrare e chi ignorare. Così tu crei le tue giornate, le tue settimane, la tua vita. Cerca di essere sempre consapevole, domandati su cosa stai focalizzando il tuo tempo e le tue energie. La risposta che ti dai combacia con i tuoi valori e con l’idea di come vorresti che fosse la tua vita? Non serve a nulla dire “la mia famiglia e i miei amici sono quanto di più importante io abbia”, se poi lavori 80 ore a settimana e non li vedi mai. Sii consapevole di come spendi il tuo tempo, fai un elenco delle tue priorità ed agisci in coerenza con esse.

Il modo più semplice per trovare il tempo per stare con gli amici è organizzarsi, definire, ogni volta che vi incontrate, quando e dove sarà il prossimo appuntamento. Tutto così sarà più agevole e meno stressante. E non dimenticare che l’amicizia richiede impegno. Trova il tempo per mandare un’email, fare una telefonata per mostrare ai tuoi amici che a loro ci tieni. Altrimenti come potrebbero saperlo?

Divertiti. Mantieni le vecchie abitudini.

Incontrarsi con i propri amici è sempre un’ottima occasione per ridere, per divertirsi, per tornare un po’ bambini. Non c’è nulla di male, anche se a volte potete sembrare un po’ stupidi, il divertimento contribuisce a tenere salda un’amicizia.
Anche se state crescendo e non è più così semplice trovare il tempo, mantenete le vecchie abitudini. Certi rituali aiutano a riconnettersi con la giovinezza. Giocavate a calcetto o a poker una volta a settimana e ora non potete più perché avete tre figli? Allora fatelo una volta al mese, ma fatelo, e lasciate che il vostro partner faccia altrettanto con i propri amici. Ne beneficierete entrambi.

“Un amico può dirti cose che tu non vuoi dire a te stesso” – Frances Ward Weller

Accetta le persone per quelle che sono. Accantona i giudizi.

Noi tutti abbiamo pregi e difetti, punti di forza e debolezze. La chiave per gestire un’amicizia, mantenerla salda e ridurre le aree di conflitto è accettare le persone così come sono, senza alcuna pretesa di volerle cambiare solamente per renderle migliori sulla base del nostro metro di giudizio. Non siamo in grado di controllare le altre persone, e francamente non ne abbiamo neanche il diritto. Prima lo capiamo, più ci risulterà facile avere amici.

Un’altra zona pericolosa è il disaccordo. C’è una linea estremamente sottile tra avere un’opinione e preoccuparsi del benessere di qualcuno, e mettersi su un piedistallo a giudicare. I tuoi amici hanno il diritto di scegliere la loro strada e di fare i loro sbagli. Sarebbe impossibile, oltre che noioso, essere circondati solo da persone con cui sei sempre d’accordo. Focalizzati su ciò che ami dei tuoi amici. Se non fossero belle persone, perché dovresti essere loro amico?

“Ogni amico rappresenta per noi un mondo prima sconosciuto” – Anäis Nin

Rispetta i confini.

Non criticare la ragazza o i figli di un tuo amico, non giudicare la sua famiglia o il loro stile di vita. Questa è una regola che devi metterti bene in testa. Ci sono dei limiti da rispettare nell’amicizia.
Ci saranno contrasti, disaccordi, anche scontri duri. Potresti dire parole di cui poi ti pentirai. Ma così vanno le relazioni, amicizie incluse. Impara a riconoscere di aver sbagliato, impara a chiedere scusa. Se ti arrabbi, prova a fare un respiro e a non reagire subito d’istinto. Non è facile, ma prova sempre ad evitare il conflitto quando sei arrabbiato. Potresti poi pentirti delle conseguenze, meglio parlare e discutere quando sarai calmo.

Alcuni amici ti deluderanno, ma cerca di essere pronto a dimenticare e a perdonare, come tutte le persone potrebbero solo avere sbagliato ed essere sinceramente pentiti. Pensa che anche tu potresti aver deluso qualcuno e che anche tu vorresti avere un’altra chance.

Accetta il fatto che le amicizie cambiano e, talvolta, finiscono.

Forse tra dieci anni i tuoi amici saranno gli stessi di oggi, ma può anche darsi che le cose vadano diversamente. Le persone cambiano, e così anche i rapporti. Quell’amicizia che è oggi così stretta potrebbe allentarsi, per infiniti motivi. Semplicemente, accettalo. Se per te quell’amicizia è davvero importante, allora dovrai darti da fare per mantenerla salda. Se domani non lo sarà più, allora non considerarla come un errore del passato, ma come un tesoro che ti ha arricchito. Mantieni la tua mente e il tuo cuore aperti, pronti a recepire nuovi stimoli, nuove idee, nuovi amici.

Questo è probabilmente il punto più importante. Non puoi avere amici, se non sei prima amico di te stesso. Se vuoi che gli altri ti trattino con rispetto, allora tu per primo devi essere rispettoso di te stesso. Più gentile sarai con te stesso, più sarai felice. E più sarai felice, più avrai da donare agli altri. E’ una sorta di circolo virtuoso, non aspettare, saltaci su.

“Un buon amico è un legame con la vita – un collegamento con il passato, una via per il futuro, la chiave per rimanere sano di mente in un mondo completamente pazzo.” – Lois Wys