“Il vostro amore è un imbroglio, ecco perché nel mondo non vedi tanto amore e vedi così tanto odio.

Avete sentito troppe chiacchiere sull’amore, nel mondo.

Tutti amano tutti, tutti parlano d’amore, ma sono solo parole: “Bla… bla… bla!

E questo accade in tutto il mondo. Tutti fanno discorsi sull’amore, splendide chiacchiere; ma in realtà, ovunque, si vede solo odio.

Le religioni si odiano l’un l’altra. Le nazioni si odiano l’un l’altra.

I partiti politici si odiano a vicenda. Le classi sociali si odiano fra loro.

Se inizi a farci caso ti stupirai davvero di quante fonti di odio esistono.

E ogni dieci o dodici anni è necessaria una guerra mondiale: così tanto odio, e ancora è in continuo aumento.

Ogni giorno voi esprimete il vostro odio, qualcosa di individuale; ma se ne accumula ugualmente tanto che ogni dieci o vent’anni esplode in una guerra mondiale.

In tremila anni il mondo ha combattuto cinquemila guerre.

Il gioco delle emozioni. Liberarsi da rabbia, paura e gelosia

Chi ne è responsabile?

I benefattori che vi stanno sempre alle costole pretendendo di insegnarvi amore, gentilezza e compassione.

Ma, siccome nessuno ve lo ha veramente insegnato, l’odio è ancora là, sempre più forte, sempre più vibrante e vigoroso.

Spero che venga un giorno in cui nessuno darà più insegnamenti sull’amore.

Dovrebbero lasciarvi in pace, dovrebbero dirvi solo di essere più consapevoli di qualsiasi cosa accada: amore o odio, non importa.

Quello che è importante è questo: se odi, odia con consapevolezza. Se ami, ama consapevolmente.

Se io dovessi insegnare, non direi chi amare o come amare, non avrebbe senso.

L’amore è una tua qualità intrinseca. Nasce con te, proprio come l’odio.

Ciò che ti insegno è: sii consapevole.

Prima che qualcosa affiori in te: amore, odio, rabbia, passione, compassione, qualunque cosa – sii consapevole.

Fa’ in modo che tutto nasca dalla consapevolezza.

Il miracolo è che la consapevolezza, senza che tu debba dire nulla, fare alcunché, trasforma quanto di sgradevole c’è in te in qualcosa di stupendo.

La consapevolezza è una forza trasformatrice.

Per esempio, se sei consapevole della rabbia, questa scomparirà.

Se sei consapevole dell’amore, questo diventerà più forte.

Se in te c’è odio, e ne diventi consapevole, esso scomparirà, si dissolverà.

Ben presto scoprirai che la nuvola di odio è scomparsa e al suo posto c’è una qualità del tutto opposta: un misto di compassione, gentilezza, amorevolezza.

Per me, questo è il criterio: tutto ciò che con la consapevolezza aumenta è virtuoso;
tutto ciò che scompare con la consapevolezza è un peccato.

Per me, questa è la definizione.

In amore vince chi ama

Non etichetto le azioni come peccaminose, virtuose, giuste o sbagliate: le azioni non hanno quella qualità.

Dipende dalla consapevolezza.

Se fai la prova, rimarrai davvero meravigliato di come ci siano cose in te che non possono esistere al cospetto della consapevolezza: svaniscono e basta.

La consapevolezza è quasi una magia.

E quello che sto dicendo lo puoi sperimentare di persona.

Non ti dico di crederci: credere non serve a niente. Dovrai farne esperienza.

Dovrai arrivare a vederlo rispetto alle tue diverse realtà interiori: cosa resta e cosa scompare.

E soltanto tu puoi scoprire ciò che è giusto per te o cosa per te è sbagliato.

Pertanto conserva il filo della consapevolezza, fa’ che sia presente in tutte le tue azioni, e nella tua vita non troverai più alcun odio, nessuna rabbia, nessuna gelosia.

Non perché tu li abbia lasciati andare, non perché li abbia repressi, non perché te ne sia liberato in qualche modo, non perché ti sei esercitato nel fare qualcosa contro di essi.

No, tu non hai fatto nulla, non li hai neppure sfiorati.

Questo è il bello della consapevolezza: non reprime mai nulla, eppure ci sono cose che si sciolgono alla luce della consapevolezza.”

– Osho